All’asta il Rolex Submariner di Steve McQueen

All’asta il Rolex Submariner di Steve McQueen

Il 25 ottobre prossimo andrà all’asta da Phillips a New York il Rolex Submariner che appartenne a Steve McQueen.

C’è da aspettarsi un’altra vendita eccezionale come quella del Rolex Daytona di Paul Newman dello scorso anno.

La dedica

Anche questo orologio, come il Rolex di Newman, ha una storia interessante che vale la pena di essere raccontata.

Steve McQueen lo regalò infatti al suo personale stuntman, Loren Janes, come testimonia la dedica incisa sul fondello: “A Loren, il miglior dannato stuntman del mondo. Steve”.

Questo Rolex è il primo Submariner posseduto da Steve McQueen, una referenza 5513 risalente al 1964, donato a Loren Janes probabilmente nella seconda metà degli Anni ’70, come ricordato dai familiari dell’uomo.

Inoltre, è l’unico noto orologio appartenuto a Steve McQueen ad avere il suo nome inciso sul fondello.

La storia

Robusto e durevole, un Rolex Submariner era il compagno e il regalo perfetto per un uomo che aveva rischiato la vita per Steve McQueen in innumerevoli occasioni. E la storia dell’orologio ha avuto un finale all’altezza della sua fama.

Nel 2016, infatti, un incendio violento vicino a Los Angeles bruciò per quasi due settimane, distruggendo oltre 40mila acri di terra e uccidendo due persone.

Tra gli edifici distrutti, uno era la casa di Loren Janes e di sua moglie, i quali persero quasi tutti i loro oggetti personali e la collezione di cimeli cinematografici dell’uomo.

Tuttavia, conoscendo la resistenza dei Submariner, la famiglia fu incoraggiata a cercare il Rolex tra le macerie. E lo trovò, dopo alcuni giorni di ricerca ostinata.

Una volta trovato, la famiglia inviò l’orologio alla Rolex Usa per esaminarlo e restaurarlo, preservando il prezioso fondello.

L’asta

Ora la palla passa a Phillips, che lo batterà a una stima compresa tra i 300mila e i 600mila dollari.

Insieme al Rolex, sarà venduta anche la lettera autografa di Loren Janes (morto per le complicazioni dell’Alzheimer nel 2017) che attesta l’origine dell’orologio.

E se anche non sarà all’altezza del Daytona di Paul Newman (che però era stimato 1 milione ed è stato venduto a oltre 17), siamo certi che il prezzo finale non deluderà gli appassionati.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply