Audemars Piguet Royal Oak Offshore pre-SIHH

Audemars Piguet Royal Oak Offshore pre-SIHH

Audemars Piguet ha presentato i suoi primi orologi pre-SIHH all’Els Club a Dubai nel corso del secondo Golf Invitational del 2018.

Amore per il golf

Lo ha fatto davanti a 72 collezionisti di orologi provenienti da tutto il mondo, che hanno perciò partecipato al torneo assieme ad alcuni dei golf ambassador di Audemars Piguet.

Nove professionisti ambassador Audemars Piguet hanno infatti prolungato la settimana conclusiva dell’European Tour per partecipare al secondo evento golfistico globale dell’anno organizzato dal brand.

Mentre il dream team Audemars Piguet festeggiava la fine della stagione presso l’Els Club, il brand ha dunque approfittato dell’occasione per presentare i suoi piani per il prossimo anno.

Anteprima svelata

Audemars Piguet ha quindi offerto un’anteprima della collezione Royal Oak Offshore 2019.

In particolare, sono stati presentati tre nuovi cronografi automatici Royal Oak Offshore in tinte camouflage che saranno lanciati al SIHH di Ginevra a gennaio 2019.

Tradizione e innovazione

Sin dal suo primo lancio, la collezione Royal Oak Offshore è sempre stata associata a nuovi materiali.

La tradizione continua perciò anche quest’anno con i nuovi cronografi da 44 mm, caratterizzati da:

  • lunetta, pulsanti e corona avvitata in ceramica;
  • quadrante con motivo Méga-Tapisserie;
  • robusti cinturini in caucciù.

Mentre i modelli in ceramica blu e verde presentano una cassa in acciaio, il modello in ceramica marrone, novità per Audemars Piguet, è dotato di cassa in oro rosa.

Essa mette quindi in risalto la lunetta. Più dura dell’acciaio, la ceramica è in grado di resistere ad alte temperature, shock termici, graffi e al passare del tempo.

La colorazione della ceramica richiede infatti una complessa fase di ricerca al fine di trovare la giusta pigmentazione, ma anche un processo di produzione che è lungo e delicato.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply