Blancpain segna il tempo dell’alta cucina

Blancpain tiene il tempo dell’alta cucina

A pochi giorni di distanza dalla scomparsa dell’immenso chef Paul Bocuse, il modo migliore per onorarne la memoria è stato il Bocuse d’Or Suisse 2018, gara elvetica di alta cucina che ha visto Blancpain cronometrista ufficiale.

Il rispetto dei tempi nell’alta gastronomia è fondamentale per la perfetta riuscita di un piatto; non è quindi un caso se Blancpain, da anni, intrattiene rapporti privilegiati con i più grandi chef stellati. Per oltre 30 anni, la Manifattura ha affiancato Bocuse, la cui ingegnosità ed eccellenza hanno ispirato il Bocuse d’Or.

L’edizione 2018, che si è svolta al Palexpo di Ginevra il 22 gennaio scorso ha visto i quattro candidati elvetici affrontarsi nella realizzazione di due piatti di pesce e di carne. Alla fine, il presidente onorario della giuria, Joël Robuchon, affiancato da Franck Giovannini, presidente del concorso, Anton Mosimann, membro della giuria d’onore, e da altri 18 chef ha premiato lo chef Mario Garcia, fondatore della scuola di cucina “cre/ate” a Horw (Lucerna).

Grazie anche al sostegno di Blancpain, che già 1989 aveva onorato Paul Bocuse e Joël Robuchon, nominati “Cuochi del secolo” dalla famosa guida Gault&Millau offrendo loro un orologio con un’incisione a ricordo di quel momento, Garcia rappresenterà la Svizzera durante la tappa europea della competizione, prevista per maggio a Torino.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply