Un 2017 in ripresa per l’export di orologi svizzeri

Un 2017 in ripresa per l’export di orologi svizzeri

Il 2017 si è chiuso positivamente per l’industria orologiera svizzera, dopo che il 2015 e il 2016 avevano fatto registrare una preoccupante frenata dell’export. Anche il 2018 dovrebbe essere un anno di ripresa, secondo quanto ha dichiarato il presidente della Federazione orologiera (FH) Jean-Daniel Pasche all’agenzia di stampa svizzera Ats.

Secondo Pasche, nel 2017 l’export di orologi svizzeri dovrebbe attestarsi intorno ai 20 miliardi di franchi. Un dato che segue i 21,52 miliardi del 2015 e a 19,4 del 2016, grazie soprattutto alla ripresa dell’export verso Hong Kong (+5,3%).

Pasche si è dimostrato prudentemente ottimista nelle sue dichiarazioni all’Ats: “La congiuntura mondiale è migliorata – ha detto – e il mercato cinese ha fatto un balzo spettacolare di quasi il 20%“.

Parallelamente, il presidente della Federazione orologiera svizzera ha ricordato come l’indebolimento progressivo del franco dalla metà del 2017 in poi, specialmente nei confronti dell’euro, ha dato una buona spinta all’export in Europa.

Una spinta però della quale, secondo Pasche, non tutti hanno saputo approfittare: “Le grandi marche ne hanno approfittato di più rispetto alle piccole e i fornitori di componenti continuano ad avere difficoltà“, ha dichiarato.

Naturalmente, Pasche ha sottolineato l’importanza di appuntamenti come SIHH e Baselworld per l’industria orologiera svizzera, a supporto dell’export. Appuntamenti che, secondo lui, devono a tutti i costi “restare in Svizzera“.

Infine, il presidente della Federazione orologiera svizzera è tornato sullo spinoso problema della tutela dello Swiss Made annunciando che nel 2018 l’industria orologiera svizzera creerà un gruppo di esperti neutrali al quale spetterà il compito di controllare che siano rispettate le nuove regole, in base alle quali il 60% dei costi e dello sviluppo tecnico degli orologi devono avvenire in Svizzera. Senza dimenticare l’importanza della lotta capillare alla contraffazione.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply