Primo trimestre positivo per l’export svizzero

Primo trimestre positivo per l’export svizzero

Ancora buone notizie per l’export di orologi svizzeri nel primo trimestre 2018.

Secondo i dati diffusi dalla Fédération de l’industrie horlogère Suisse, dopo un 2017 chiuso in crescendo, nei primi tre mesi dell’anno l’export di orologi svizzeri ha fatto registrare di nuovo una buona performance: 4,98 miliardi di franchi, pari a 4,19 miliardi di euro, +10,1% anno su anno.

Si tratta, secondo la FHH, della più sostenuta crescita trimestrale dell’export da giugno 2012, favorita in parte dalla svalutazione del franco svizzero sull’euro, anche se l’Europa ha fatto registrare un -2,4% a fronte di un +17,7% dell’Asia e un +7,8% dell’America.

Per ciò che riguarda le principali aree di destinazione dell’export di orologi svizzeri per continenti, è ancora l’Asia il bacino prediletto, che assorbe il 54% delle esportazioni. Seguono Europa (29%), America (14%), Oceania (2%) e Africa (1%).

Infine, se si restringe il dato dell’export trimestrale limitandolo al solo mese di marzo 2018, le cifre parlano di una frenata rispetto ai primi due mesi dell’anno: +4,8% a 1,66 miliardi di franchi (1,4 miliardi di euro), rispetto al 12,9% di febbraio e al 12,6% di gennaio.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply