Nuova veste per il Longines Conquest V.H.P.

Nuova veste per il Longines Conquest V.H.P.

Presentato durante un evento mondiale a Neuchatel a marzo 2017, poco prima di Baselworld, il Longines Conquest V.H.P. è l’erede dell’ambizione tecnologica che ha portato Longines a presentare, nel 1969, l’Ultra-Quartz.

Si trattava del primo movimento al quarzo previsto per essere inserito negli orologi da polso, seguito, nel 1984, dal calibro al quarzo nel primo Conquest V.H.P. di Longines.

Longines porta a Baselworld 2018 il segnatempo anche con calibro cronografo nelle diverse varianti cromatiche: blu, fibra di carbonio, argenté o nero.

Gli esemplari in acciaio o PVD nero, con casse da 42 o 44 mm, indicano l’ora, i minuti e i secondi e presentano un contatore 30 minuti a ore 3, un contatore 12 ore a ore 9 e un contatore 60 secondi al centro.

La corona intelligente di cui è dotato il Longines Conquest V.H.P. e i due indicatori distinti permettono di segnalare con anticipo la fine vita della batteria.

Inoltre, l’orologio ha la capacità di resettare le lancette dopo un urto o un’esposizione a un campo magnetico, grazie al sistema DPR che rileva la posizione dei ruotismi.

Le nuove versioni del Longines Conquest V.H.P. sono completate dal bracciale in acciaio o dal cinturino in caucciù blu o nero.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply