Louis Erard ha un cuore di titanio

Il titanio è uno di quei materiali ormai largamente usati nell’industria orologiera. Anche Louis Erard lo introduce dunque per la prima volta nelle proprie collezioni.

Leggerezza e sportività

Louis Erard lo utilizza nel nuovo cronografo automatico della Maison, della quale riprende i codici come il contatore a ruota a ore 12, dettaglio perciò tipico della linea 1931.

Declinato in due versioni, rosso e antracite e blu e antracite, questo cronografo di Louis Erard si distingue quindi per il carattere sportivo.

Il movimento e le funzioni

Nella cassa ultraleggera in titanio sabbiato da 44 mm batte un movimento meccanico ETA 7750 Valjoux a carica automatica che garantisce una riserva di carica di circa 48 ore.

Il segnatempo propone le funzioni ore, minuti, secondi, data e cronografo. L’ora è dunque indicata dalle lancette centrali e dal piccolo contatore situato a ore 9 per i secondi.

Le funzioni del cronografo sono indicate in rosso o in blu dalla lancetta centrale che conta i secondi crono e dai contatori a ore 6 e ore 12 che indicano ore e minuti crono.

Infine, a ore 3 Louis Erard ha posizionato la finestrella della data.

Trasparenze e richiami cromatici

Un vetro zaffiro con trattamento antiriflesso su entrambi i lati valorizza il quadrante antracite decorato con motivi in stile guilloché, oltre ai tocchi di Super-LumiNova su lancette e indici.

Il fondello trasparente, inoltre, svela il movimento automatico decorato, con la sua massa oscillante con finitura sunray e logo Louis Erard.

Il Cronografo 1931 Titanio, infine, è dotato di un cinturino sportivo di nylon nero con rivestimento di pelle, inserti rinforzati e chiusura ad ardiglione.

Le impunture rosse o blu lo vivacizzano e richiamano i colori del quadrante.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply