Montblanc TimeWalker pre-SIHH 2019

Montblanc TimeWalker pre-SIHH 2019

Fedele al motto “squadra che vince non si cambia”, anche quest’anno al SIHH Montblanc porterà gli aggiornamenti di alcune delle sue collezioni mitiche, come la TimeWalker.

Quest’anno Montblanc presenta infatti due nuovi cronografi TimeWalker con estetica “reverse panda” e cassa da 41 mm e 43 mm.

Quadrante storico

Fin dagli esordi negli Anni ’60 e ’70, i cronografi con quadranti bianchi e neri, denominati quadranti “panda” e “reverse panda”, sono autorevoli e inconfondibili.

Il forte contrasto tra il colore del quadrante e quello dei contatori è infatti sempre stato molto apprezzato, sia per l’ottima leggibilità, sia per l’estetica ricercata.

Questi quadranti, che ricordano i cruscotti delle automobili da corsa classiche, sono quindi ancora oggi tra i più affascinanti.

Due casse, due finiture

Nel modello da 41 mm del Montblanc TimeWalker, la cassa è caratterizzata da anse satinate con fianchi sagomati e bisellati sugli spigoli per ottenere una linea fluida.

Nella versione da 43 mm le anse sono semischeletrate come le prese d’aria della carrozzeria di un’automobile.

Questi nuovi modelli presentano inoltre una scala tachimetrica per il cronometraggio della velocità, indicata sulla lunetta fissa in ceramica.

Massima leggibilità

Entrambi i segnatempo Montblanc hanno un quadrante “reverse panda” con sfondo nero, a contrasto con i contatori e gli indicatori color bianco-argenté.

Nel quadrante da 41 mm sono presenti contatori a ore 6 e a ore 12, mentre nella versione da 43 mm sono posizionati a ore 3, 6 e 9, nel tipico schema dei cronografi classici.

Numeri e indici sono rivestiti in SuperLumiNova, così come la minuteria sopra il réhaut, con indicatori rossi ogni 15 minuti, che garantiscono quindi la massima leggibilità.

Calibro e finiture

Nel TimeWalker Manufacture Chronograph Automatic da 43 mm pulsa il calibro cronografico di manifattura Montblanc MB 25.10, con lavorazioni tradizionali.

Tra esse, dunque:

  • la finitura Côtes de Genève;
  • il motivo grainé circolare;
  • le viti azzurrate;
  • una nuova massa oscillante monoblocco in tungsteno rodiato, a forma di volante.

Il movimento è dunque a ruota a colonne, accoppiamento orizzontale e meccanismo stop-secondi che consente una misurazione precisa del tempo.

Infine, come tutti i TimeWalker, i nuovi cronografi Montblanc TimeWalker Automatic sono stati rigorosamente sottoposti al Montblanc Laboratory Test 500.

Esso simula oltre 500 ore di utilizzo reale a orologio finito e assemblato per garantire la affidabilità e prestazioni.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply