Novecento Meccanografiche, una storia italiana di orologi

Novecento Meccanografiche, una storia italiana di orologi

L’orologeria italiana ha delle belle storie da raccontare, che non sono legate esclusivamente ai marchi storici.

Una di queste è la storia di Novecento Meccanografiche, azienda toscana che affonda le sue radici nel periodo difficile ed eroico della Seconda Guerra Mondiale, quando gli orologi erano, specialmente per chi combatteva in mare, strumenti indispensabili nel discrimine tra vita e morte.

Novecento Meccanografiche nasce negli Anni ’90 a Castelfiorentino per continuare il lavoro iniziato da Euro Bartalucci, Sergente cannoniere nella Regia Marina durante la Seconda Guerra Mondiale e Croce al Merito di guerra.

Durante il proprio impiego nelle Officine Galileo di Firenze (dove era entrato grazie all’amicizia che univa il padre Bruno, pellettiere, a Giuseppe Panerai, cui forniva cinturini per gli orologi) Bartalucci, partendo da un particolare modello di Radiomir, realizzò insieme a Panerai un prototipo di cronografo monopulsante per ufficiali addetti al lancio dei siluri.

Il cronografo aveva il pulsante opposto alla ghiera di rimessa e di carica e un quadrante tachimetrico, in modo da poter calcolare la velocità di un oggetto mobile, come una nave nemica.

Un’idea, un’intuizione dalla quale avrebbe dovuto materializzarsi il sogno di Euro Bartalucci di aprire a fine guerra un’officina meccanica di precisione per costruire orologi subacquei, profondimetri e bussole. Un sogno interrotto dalla sua morte prematura, nel 1943, a seguito delle ferite riportate in un’azione di guerra.

Aveva già in mente il nome della propria officina, Bartalucci: Novecento Meccanografiche. Un nome e un’idea cui ha ridato vita a distanza di oltre settant’anni Fabrizio Ciampi, nipote di Bruno Bartalucci, che ha voluto riprendere il progetto conservando le passioni e i valori in esso presenti.

Il frutto di questi lavori sarà presentato il 14 settembre a La Spezia, a bordo di Nave Margottini della Marina Militare: gli orologi modello Sottomarino 901A, prodotti dalla Novecento Meccanografiche e progettati pensando ai reparti operativi di alta tecnologia e qualità.

Il Sottomarino 901A è realizzato in acciaio, resistente a 90 atmosfere, ideato per reparti subacquei e di superficie operanti nei mari e, soprattutto, totalmente fatto in Italia.

Un lavoro di ricerca tecnica e storica che ha premiato la tenacia di Novecento Meccanografiche; l’azienda ha infatti recentemente concluso con Difesa Servizi S.p.a. un contratto di licenza d’uso del Marchio Marina Militare per la realizzazione di un orologio modello Sottomarino 901A loggato Marina Militare e ridenominato “Modello 902 – MM”.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply