Il ritorno alle origine dell’IWC Ingenieur

Il ritorno alle origine dell’IWC Ingenieur

IWC riporta il mitico Ingenieur alle sue origini. In occasione del 75° Goodwood Members’ Meeting, storico evento automobilistico che si svolge nel sud dell’Inghilterra, IWC ha presentato una linea Ingenieur completamente rielaborata, il cui design ricorda fortemente le prime generazioni di Ingenieur degli Anni ‘50 e ‘60.

Uno dei momenti salienti della manifestazione è stato l’IWC Track Moment con Christoph Grainger-Herr, CEO designato di IWC, al volante di una Mercedes 300 SL del 1955, l’anno di nascita dell’Ingenieur.

Il primo Ingenieur (ref. 666) era un sobrio orologio a tre lancette, il cui design minimalista fissò i paradigmi che dal 1967 IWC ha ulteriormente perfezionato con la referenza 866: “La nuova collezione torna a ricordare fortemente i primi modelli di Ingenieur, riportando questa famiglia di orologi alle sue radici. Oltre alla cassa sobria e rotonda, il ritorno alle origini è testimoniato anche dal quadrante con lancette vistose e indici con elementi luminescenti”, ha sottolineato Christoph Grainger-Herr, CEO designato di IWC Schaffhausen.

La nuova collezione è composta da:

  • Ingenieur Automatic (ref. IW357001/IW357002/IW357003), sobrio orologio a tre lancette con finestrella della data a ore 3 e un diametro di 40 millimetri, in tre varianti: due con cassa in acciaio e lancette e indici rodiati, una con cassa in oro rosso 18 carati, quadrante color ardoise, lancette dorate e cinturino in pelle di alligatore nero.
  • Ingenieur Chronograph (ref. IW380801/IW380802/IW380803), mosso dal nuovo calibro di manifattura IWC 69375. Due varianti sono dotate di cassa e bracciale in acciaio, una terza variante è realizzata in oro rosso 18 carati.
  • Ingenieur Chronograph Sport (ref. IW380901), mosso dal calibro di manifattura IWC 89361, viene presentato in edizione limitata di cinquecento esemplari.
  • Ingenieur Calendario Perpetuo Digitale Data e Mese (ref. IW381701), il modello di punta della nuova collezione. Il calendario perpetuo riconosce automaticamente le diverse durate dei mesi, compreso l’anno bisestile ogni quattro anni, e si regola facilmente e comodamente mediante la corona.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply