L’anno di svolta di Panerai

L’anno di svolta di Panerai

L’uscita di Angelo Bonati da Panerai era cosa nota da tempo, ma è pur sempre uno di quegli eventi che, nel mondo dell’orologeria, è a suo modo una rivoluzione.

Al timone dell’azienda da diciassette anni, Bonati è di fatto Panerai. È colui che ha ripreso il marchio e lo ha portato dove è oggi, fin dalla sua acquisizione da parte di Richemont nel 2000.

Le voci sul suo successore si sono rincorse per mesi e sul finire dello scorso anno, quello che era il rumor più consistente è diventato una conferma, con la nomina a nuovo CEO di Panerai di Jean-Marc Pontroué, CEO di Roger Dubuis dal 2012.

Pontroué sarà effettivamente in carica a partire dal prossimo 1 aprile e la sfida che lo attende è di quelle che valgono una vita, non fosse altro, al di là del blasone di Panerai, per il fatto che la Maison è cinque volte più grande di Roger Dubuis in termini di fatturato.

Prima di Roger Dubuis, Jean-Marc Pontroué è stato Executive Vice President Product & Strategies Development di Montblanc dal 2000. Entrato in Roger Dubuis nel 2011, ne è diventato CEO a Febbraio 2012.

La storia di Panerai va avvicinata con rispetto e in punta di piedi. Forse anche per questo, Bonati sarà al fianco di Jean-Marc Pontroué fino a giugno 2018, per introdurlo appieno nel mondo della Maison, del suo DNA, della sua unicità nel mondo dell’Alta Orologeria.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply