Piaget alla Biennale di Venezia 2019

Sono molte le Maison orologiere che quest’anno si sposano alla Biennale di Venezia. Tra esse c’è anche Piaget, con un’opera seducente.

Piaget e la Biennale

Il brand presenta infatti “Moments of Happiness” creata dagli olandesi Verhoeven Twins, rappresentati dalla Carpenters Workshop Gallery.

Jeroen e Joep Verhoeven sono artisti olandesi che vivono e lavorano ad Amsterdam, il cui lavoro è funzione e forma trasformata in narrativa mistica.

L’opera farà parte della mostra “Dysfunctional” allestita alla Galleria Giorgio Franchetti alla CA’ d’Oro durante l’evento veneziano.

L’opera d’arte

“Moments of Happiness” fonde dunque simbolismo storico e tecnologia all’avanguardia per creare una scultura sorprendente, quanto un orologio Piaget.

L’opera è incentrata sulla magia delle bolle. “Moments of Happiness” è infatti composta da diverse sfere di vetro borosilicato con un effetto iridescente che creano una scultura eterea.

Le bolle appaiono nel corso della storia dell’arte come un’immagine di transitorietà.

I Verhoeven Twins hanno quindi creato grazie al supporto di Piaget un manufatto culturale unico, trasformando un’immagine simbolica della brevità in un oggetto duraturo.

Attraverso il loro lavoro vogliono anche catturare l’innocenza giovanile e uno spirito giocoso, perché le bolle di questi artisti riescono a rappresentare la bellezza della vita

La visione di Piaget

Una visione che si sposa con quella di Piaget, la cui vocazione è caratterizzata da un’energia capace di trovare il lato solare della vita o, come dice la Maison, la “Sunny Side of Life”.

Ogni creazione Piaget è infatti un’espressione di gioia e di allegria.

In “Moments of Happiness” gli artisti hanno voluto per la prima volta incorporare l’oro in una loro opera, celebrando il savoir-faire del brand nell’arte della lavorazione di questo metallo.

Il metodo di creazione delle bolle ha richiesto anni di ricerca: il vetro borosilicato è infatti il vetro più stabile e trasparente prodotto dall’uomo.

Artigiani italiani, abituati a lavorare sui gioielli, lo tagliano con precisione, componendo una struttura complessa che si traduce in una creazione eccezionalmente solida.

La vocazione artistica di Piaget

Nel corso degli anni, Piaget ha collaborato con artisti come Andy Warhol, Salvador Dalì, Richard Avedon e Arman.

La Maison ha creduto fortemente nelle menti creative e nei valori artistici che hanno contraddistinto le collaborazioni che sono nate nel corso del tempo.

Con la sua grande maestria, Piaget ha sviluppato un proprio stile attraverso la padronanza della lavorazione dell’oro, la sperimentazione con i colori e con nuove forme e l’uso di gemme preziose e quadranti in pietre dure.

La collezione di gioielli della Maison è andata quindi crescendo con un’enfasi decisa sul colore che ha dato vita al look Piaget, anche per gli orologi.

L’oro è dunque al centro delle creazioni della Maison ed è da fonte di ispirazione degli artigiani che lavorano con questo prezioso materiale negli “Ateliers de l’Extraordinaire” della Maison.

In un mondo non condizionato da confini, il brand continua a esplorare possibilità creative trasformando oro, pietre e gemme preziose in opere d’arte da indossare.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply