Pisa Orologeria è cresciuta ancora nel 2018

Pisa Orologeria

C’è una realtà nel panorama dei retailer italiani di Alta Orologeria che non smette di correre anno dopo anno. Si tratta di Pisa Orologeria di Milano.

Conti in crescita

Dopo aver chiuso l’anno fiscale 2017 con un fatturato di quasi 70 milioni di euro (+17,5% rispetto al 2016), Pisa Orologeria è infatti riuscita a fare di meglio anche nel 2018.

Durante lo scorso anno fiscale, infatti, il fatturato dell’azienda ha superato i 70 milioni, arrivando a 71,4 e consolidando dunque un trend rialzista dell’ultimo triennio.

Risultati che sono la conseguenza delle scelte imprenditoriali della famiglia Pisa, improntate a investimenti mirati e consapevoli che portano a una redditività in aumento.

Approccio vincente

Un approccio al mercato dell’orologeria, quello di Pisa, che premia il cliente premiando innanzitutto i numero di marchi di cui essa è concessionaria.

Entrando nel portafoglio di Pisa, infatti, essi crescono aiutando anche il retailer a crescere con loro, sia come fatturato sia come awareness.

Un anno di cambiamenti

Che il 2018 sia stato un anno importante per Pisa Orologeria è dunque testimoniato dalle diverse novità che l’hanno contrassegnato.

Si è cominciato a giugno, con l’apertura della boutique Vacheron Constantin in Via Verri 9.

Si è poi proseguito a settembre con la boutique A. Lange & Sohne al primo piano del flasghsip store di Via Verri 7.

Sempre a settembre, infine, la rivoluzione del secondo piano di Via Verri 7 che, prima luogo dedicato a mostre e iniziative culturali legate all’orologeria, si è vestito di pietre preziose.

È infatti diventato il Salone dei Gioielli, uno spazio di oltre 100 mq dove trovano spazio le creazioni di Boucheron, Chaumet, Chopard, de Grisogono, Messika e Tamara Comolli.

Sempre al secondo piano, la linea di gioielli Pisa Diamanti testimonia ulteriormente la volontà della famiglia di posizionarsi come top player anche nel mondo dei preziosi.

Visione imprenditoriale chiara

Una visione che l’amministratore delegato di Pisa Orologeria, Chiara Pisa, sintetizza così: “È una sfida imprenditoriale continua ma necessaria”.

Siamo ora una realtà in grado di offrire ai nostri clienti oltre 40 marchi di Alta Orologeria e 7 marchi di gioielleria, proposti con una consulenza e una esperienza che ci contraddistinguono nel settore”.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply