Terrence McNally: Playwright Dies of Coronavirus Complications

Copyright dell’immagine
immagini false

 

Acquisizione di immagini
Terrence McNally (L) è sopravvissuta da suo marito, Tom Kirdahy

Il premiato drammaturgo Terrence McNally è morto in Florida per complicazioni del coronavirus, secondo il marito Tom Kirdahy.

Il vincitore di quattro volte di Tony, 81 anni, era noto per le sue riflessive cronache di vita gay, omofobia, amore e AIDS.

McNally era un sopravvissuto al cancro del polmone e aveva vissuto con un disturbo polmonare ostruttivo cronico.

Uno dei migliori drammaturghi d’America, ha scritto più di tre dozzine di opere teatrali nella sua carriera di quasi 60 anni.

A partire da Broadway nel 1963, McNally aveva ancora il suo nome nelle luci fino al revival dell’anno scorso della sua commedia Frankie e Johnny sulla Clair de Lune, con Audra McDonald.

“Mi piace lavorare con persone molto più talentuose e intelligenti di me, che commettono meno errori di me e che possono chiamarmi quando faccio qualcosa di pigro”, ha dichiarato a Los Angeles Times nel 2013.

“Molte persone smettono di imparare nella vita, e questa è la loro tragedia.”

Copyright dell’immagine
Reuters

 

I teatri di Broadway e New York, le istituzioni in cui McNally ha lasciato il segno, sono stati chiusi per più di una settimana a causa dell’epidemia di coronavirus.

Nato a San Pietroburgo, in Florida, McNally è cresciuto in Texas prima di frequentare la Columbia University di New York.

È morto martedì a Sarasota, in Florida, in ospedale, ha riferito il suo rappresentante ai media statunitensi.

Lascia suo marito. La coppia si unì in un’unione civile nel 2003 nel Vermont e si sposò nel 2010 a Washington, DC.

La carriera di McNally, affrontando spesso questioni e argomenti ampiamente considerati controversi, non è stata priva di ostacoli.

La sua prima opera teatrale a Broadway, And Things That Go Bump in the Night, scritta a soli 24 anni, è stata criticata, la Newsday l’ha definita “brutta, perversa, insipida” e chiusa in meno di tre settimane.

Parlando con la rivista Vogue nel 1995, McNally ha dichiarato che “avrebbe senza dubbio vinto il concorso per le peggiori recensioni al primo posto o recensioni di qualsiasi gioco”.

Ma McNally ha conservato, e poi scritto decine di opere teatrali, quasi una dozzina di musical e opere multiple.

Ha ricevuto un premio alla carriera ai Tony Awards 2019.

In piedi davanti alla folla, respirando i tubi visibili sopra lo smoking, ha scherzato dicendo che il premio è arrivato “non troppo presto”.

“Il teatro cambia i cuori, quel luogo segreto in cui viviamo tutti davvero”, ha detto alla cerimonia.

“Il mondo ha più che mai bisogno di artisti che ci ricordino cosa sono veramente la verità, la bellezza e la gentilezza.”

Recommended For You

About the Author: Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *