Freak Out, la svolta giovane di Ulysse Nardin

La svolta data dal nuovo CEO Patrick Pruniaux a Ulysse Nardin è sempre più evidente. Già il nuovo Freak Vision, presentato al SIHH 2018, e il nuovo Freak Vision Coral Bay ne erano una prova. Ora, Freak non è più un singolo orologio ma un’intera collezione.

Una linea composta da quattro nuovi segnatempo Ulysse Nardin Freak Out, ognuno equipaggiato con il calibro in-house a ricarica manuale UN-205 e ognuno con i tratti caratteristici del Freak: nessuna corona, niente quadrante né lancette, un tourbillon “flying carousel” in cui il movimento baguette ruota sul suo stesso asse e la tecnologia super leggera al silicio.

L’architettura Freak rimpiazza la tradizionale ancora e la ruota dell’ancora con due ruote d’impulso in silicio poste al centro. Grazie alla perizia dei maestri di Ulysse Nardin, è stata creata una struttura che non richiede lubrificazione e assicura che la forza sia sempre rilasciata in direzione della rotazione del bilanciere, riducendo così al minimo l’attrito.

Posto fra le anse sopra al cinturino inferiore, un piccolo dispositivo di chiusura viene usato per liberare la lunetta girevole, che regola con facilità le ore e i minuti se girata in qualsiasi direzione. Il bariletto, che offre una riserva di carica di 7 giorni, viene ricaricato utilizzando la lunetta posteriore sul fondello montata su cuscinetti a sfera.

A differenza del precedente Freak Cruiser in oro, la nuova collezione Freak Out è realizzata in titanio. Cassa e lunetta sono state riviste ispirandosi all’Ulysse Nardin InnoVision 2 Concept Watch e nuove cuciture ad anello caratterizzano il cinturino in tessuto da vela.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply