Vacheron Constantin FIFTYSIX

All’ultimo SIHH, Vacheron Constantin ha spostato indietro le sue lancette di 62 anni, proponendo la collezione FIFTYSIX, un nome e una data che evocano un modello storico presentato nel 1956: la referenza 6073.

Un segnatempo che attinge alla ricchezza espressiva che, a metà del secolo scorso, caratterizzava il design di Vacheron Constantin e si distingue per le sue forme, in particolare per le anse, che rappresentano ciascuna un braccio della croce di Malta, simbolo della Manifattura.

L’originalità della referenza 6073 e di tutti i modelli creati da Vacheron Constantin negli Anni ’50 risiede anche nel contrasto tra il quadrante classico e la cassa audace.

L’importanza della referenza 6073 nella storia di Vacheron Constantin è dovuta anche al fatto di essere stato uno dei primi orologi della Manifattura dotato di un movimento a carica automatica.

Si trattava del calibro 1019/1 e si distingueva per la precisione e l’affidabilità, in un’epoca in cui la maggior parte dei segnatempo era dotata di meccanismi a carica manuale.

Questo orologio occupa un posto speciale nella storia di Vacheron Constantin anche per un altro motivo: la cassa del 6073 vantava una struttura impermeabile.

La nuova collezione FIFTYSIX reinterpreta in chiave contemporanea numerose caratteristiche degli orologi degli Anni ’50, come la forma del vetro, che sporge molto al di sopra della lunetta. In passato era in plexiglas o in vetro minerale, oggi è in vetro zaffiro.

Per celebrare la referenza 6073 e per offrire praticità di utilizzo, tutti i modelli della collezione FIFTYSIX, compresi quelli complicati, sono dotati di movimento a carica automatica, con un nuovo calibro per la versione con tre lancette.

Gli orologi della collezione FIFTYSIX di Vacheron Constantin sono disponibili in versione automatica con datario, con giorno e data e indicatore della riserva di carica e come calendario completo con fasi lunari di precisione.

Il solo tempo con cassa di 40 mm in acciaio o in oro rosa è dotato di un nuovo movimento meccanico a carica automatica, il calibro 1326, con riserva di carica di 48 ore. L’alternanza dei numeri arabi e degli indici delle ore in oro ravviva il quadrante monocromatico con il doppio effetto opalino-soleil.

Il Vacheron Constantin FIFTYSIX day-date con riserva di carica è animato dal movimento a carica automatica 2475 SC/2, che indica il giorno della settimana a ore 9, la data a ore 3 e la riserva di carica a ore 6 ed è dotato del dispositivo di arresto dei secondi.

Il FIFTYSIX calendario completo è il modello di punta della collezione e la sobria eleganza del suo quadrante monocromatico con effetto opalino-soleil cela una delle complicazioni orologiere più apprezzate dagli appassionati e dai collezionisti.

Le indicazioni del giorno della settimana, della data, del mese e delle fasi lunari sono garantite dal movimento a carica automatica, il calibro 2460 QCL/1, dotato di massa oscillante scheletrata in oro 22 carati, decorata con l’emblema della croce di Malta.

Il segnatempo è caratterizzato da una cassa di 40 mm in acciaio o in oro rosa; da numeri arabi, indici e lancette delle ore e dei minuti in e fonde l’eleganza di Vacheron Constantin e la complessità delle funzioni meccaniche.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply