Il Vacheron Constantin Overseas si veste di nero

La forza di una grande Maison di orologeria sta nel sapersi rinnovare senza rinnegare le proprie radici. Come nel caso di Vacheron Constantin, che vent’anni fa ha reso la sua collezione Overseas il simbolo dell’Alta Orologeria dedicata al viaggio.

Oggi Vacheron Constantin propone l’Overseas in una versione con quadrante nero, a contrasto con la cassa in acciaio.

Il segnatempo è caratterizzato dalla lunetta esagonale, dai movimenti di Manifattura a carica automatica e dai cinturini intercambiabili, tratti che distinguono Vacheron Constantin.

Il Vacheron Constantin Overseas con quadrante nero è disponibile in due versioni: un tre lancette a carica automatica e un cronografo.

Per quest’ultimo, Vacheron Constantin ha privilegiato la leggibilità, scegliendo una tonalità argentata per i tre contatori supplementari.

Un’estetica che richiama quella dei segnatempo degli Anni ‘60, dedicati al mondo dei motori, e che è conosciuta come Panda. Una soluzione che garantisce un’ottima visibilità e accentua le indicazioni della funzione cronografica.

Nel cuore del cronografo Vacheron Constantin Overseas batte il calibro 5200 a carica automatica, la cui massa oscillante in oro 22 carati è impreziosita da una rosa dei venti visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro.

I nuovi modelli con il quadrante nero accolgono il concept dell’intercambiabilità dei cinturini, funzionale a valorizzare le doti di praticità e contemporaneità proprie della collezione Overseas di Vacheron Constantin.

L’orologio si distingue così per la sua versatilità e la possibilità di personalizzazione: per un look casual può essere indossato con il bracciale in acciaio, le cui maglie formano una mezza croce di Malta, simbolo di Vacheron Constantin; la versione con il cinturino in pelle dona all’orologio un tono più raffinato; la versione in caucciù uno spirito sportivo.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply