Zenith all’America’s Cup con il team Land Rover BAR

Zenith all’America’s Cup con il team Land Rover BAR

La sfida britannica alla Coppa America è lanciata. E il motto, così come l’hashtag, sono chiari: #BringtheCupHome, portiamo la Coppa a casa. Dopo l’annuncio dello scorso novembre della partnership tra Zenith e Land Rover BAR, il Challenger britannico per la 35esima America’s Cup, con la squadra guidata da Sir Ben Ainslie, e Zenith si sono finalmente uniti per affrontare la sfida.

Per festeggiare la partnership, Zenith lancia la nuova edizione del Chronomaster El Primero Sport Land Rover BAR che unisce il meglio della tecnologia e dell’innovazione svizzera all’ispirazione britannica.

L’orologio ha ereditato il DNA Zenith dell’El Primero del 1969, che rimane uno dei cronografi più precisi del mondo, sviluppato e prodotto dalla manifattura fondata a Le Locle nel 1865.

La cassa in acciaio con diametro di 45 mm ospita il movimento automatico cronografico El Primero 400 B, che è caratterizzato da una costruzione a colonna integrata e batte a una frequenza di 36.000 alternanze/ora.

Il nuovo modello di Zenith è impermeabile fino a 200 metri e dotato di un nuovo cinturino in gomma nera rivestita in fibra di carbonio, lo stesso materiale di alcune parti della barca del team. Sul fondello è riportato il numero fortunato di Sir Ben Ainslie, il tre, che campeggiava su tutte le sue barche vincenti.

Il team Ben Ainslie Racing (BAR) è stato lanciato il 10 giugno 2014 ed è stato allestito dal quattro volte medaglia d’oro olimpica e vincitore della 34esima America’s Cup, Sir Ben Ainslie, con l’obiettivo a lungo termine riportare la Coppa America in Gran Bretagna, dove tutto è iniziato nel 1851.

La squadra è composta da alcuni dei migliori atleti, progettisti, costruttori e di barche da regata britannici e internazionali. Ci saranno solo sei uomini a bordo, con Ben Ainslie al timone la barca.

Zenith e il nuovo Chronomaster El Primero Sport Land Rover BAR sosterranno la squadra di Land Rover BAR durante tutta l’avventura, con l’obiettivo di conquistare l’America’s Cup, il più antico trofeo dello sport mondiale, di nuovo alle acque britanniche per la prima volta in 165 anni.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply