Zenith Defy Zero G: sfida alla gravità

Dopo aver presentato lo scorso anno il Defy El Primero 21, l’unico cronografo automatico ad alta frequenza progettato per misurare i centesimi di secondo, quest’anno Zenith ha lanciato a Baselworld il nuovo Defy Zero G.

Dotato di un modulo giroscopico “Gravity Control”, ridimensionato e ottimizzato, il dispositivo brevettato da Zenith è inserito nel cuore di un calibro El Primero ad alta frequenza scheletrato e di colore grigio.

Si tratta di un dispositivo autoregolatore di controllo della gravità sviluppato e brevettato da Zenith. Questo modulo giroscopico “Gravity Control” annulla gli effetti della gravità sulla precisione di marcia dell’orologio, mantenendo l’organo regolatore e il bilanciere in posizione orizzontale.

Il sistema sferico, costituito da 139 piccoli componenti, è stato interamente riprogettato e ottimizzato da Zenith per aumentarne l’efficienza e ridurne le dimensioni.

Il modulo giroscopico – ispirato ai cronometri da marina – che in precedenza ruotava tra due vetri zaffiro convessi, ora occupa solo il 30% del volume iniziale, può inserirsi tra i due vetri zaffiro piatti della cassa Defy ed è reso visibile a ore 6.

Il cuore del nuovo Zenith Defy Zero G batte al ritmo del calibro El Primero 8812S a carica manuale, che oscilla a 5 Hz. L’orologio è dotato di ore e minuti decentrati, piccoli secondi e funzioni di controllo della gravità, indicazione della riserva di carica di oltre 50 ore.

Esteticamente lo Zenith Defy Zero G presenta una cassa da 44 mm in titanio o oro rosa e un bracciale in metallo flessibile ed ergonomico. Visibile su entrambi i lati, il movimento interamente scheletrato e rodiato nero contrasta con la tonalità chiara dei cinque rami sottili che evocano il simbolo decentrato della stella Zenith.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply