Andy Murray collabora con Roger Federer per sostenere la fusione tra ATP e WTA

Andy Murray collabora con Roger Federer per sostenere la fusione tra ATP e WTA

L’allineamento di ATP e WTA è stato discusso per anni, ma potrebbe essere più vicino che mai dopo Federer, forse il giocatore più popolare nella storia del tennis – chiedendo il 22 aprile: “Mi chiedo … sono l’unico che pensa che ora è il momento per il tennis maschile e femminile di riunirsi e riunirsi insieme?”
Il record di 20 volte del Grand Slam maschile Ho ricevuto immediatamente supporto amico e 19 volte campione senior Rafael Nadal, con Murray, un altro membro del tennis “Big Four”, che ora si unisce a loro.

Murray è stato a lungo un sostenitore dell’uguaglianza, diventando il primo giocatore di alto profilo maschile, ad esempio, a impiegare un allenatore femminile.

“Penso che sia fantastico se più giocatori di sesso maschile vedono questo come un passo positivo per lo sport”, ha detto Murray alla Galileus Web. Christiane Amanpour mentre intervista il tre volte vincitore e pioniere del Grand Slam Billie Jean King.

“Penso che abbiamo uno sport davvero unico in cui uomini e donne competono insieme nelle più grandi competizioni. Questo non accade in nessuno degli altri sport mondiali e lo vedo come una cosa molto positiva. Abbiamo gli stessi premi in denaro. negli eventi che ritengo fantastici e molto interessanti per gli sponsor, per il pubblico.

“Abbiamo circa un 50/50 pubblico diviso tra uomini e donne, il che è di nuovo raro in tutti gli sport e penso che tutte queste cose siano cose che dovremmo celebrare negli sport”.

“A volte non lo sono e ci sono molte lotte interne in corso con queste cose e non penso che sia il caso. Ovviamente, ci saranno anche alcuni problemi potenzialmente con una fusione, ma sicuramente penso che sia un passo nella giusta direzione per iniziare. queste conversazioni “.

Fu King che cercò di ricongiungersi con gli uomini quasi 50 anni fa, cosa che Murray fu pronto a sottolineare. Ma quando gli uomini rifiutarono, King fondò il tour WTA.

Era “deliziata” dall’affermazione pubblica di Federer perché “quando lo menzionano i migliori giocatori di sesso maschile, la gente ascolta”. L’americano 76enne ha parlato con lo svizzero, che fa parte del consiglio dei giocatori dell’ATP insieme a Nadal e, tra gli altri, l’altro membro dei Big Four, Novak Djokovic.

L’unico giocatore di spicco a rendere pubblica l’idea è stato l’amico di Murray, il a volte controverso Nick Kyrgios.

Più leva

“Possiamo crescere”, ha detto King. “Ma quello che dobbiamo capire è che dobbiamo stare insieme come sport, perché non stiamo competendo nel nostro sport come pensano molte persone. Dobbiamo competere contro altri divertimenti e altri sport.”

“Non credo che le persone si rendano conto che siamo in questo settore. E penso che sia molto importante che siamo insieme, che non siamo un’acquisizione. Il WTA non sarebbe un’acquisizione. Saremmo un partner a pieno titolo in questo vantaggio per rendere il nostro lo sport è migliore e più prezioso.

“Riesci a immaginare quanto potremmo essere forti se avessimo negoziato come una sola voce? Ka-ching.”

In effetti, un tour combinato rafforzerebbe presumibilmente la posizione di contrattazione dei giocatori in un momento in cui cercano una quota maggiore delle entrate del tennis, in particolare per i giocatori di livello inferiore e nei Grand Slam.

L’attuale sospensione dei tour a causa del virus ha dato all’ATP e al WTA più tempo per discutere di problemi che mai, mentre il nuovo presidente dell’ATP Andrea Gaudenzi sembra avere l’intenzione di collaborare con il WTA.

“La recente collaborazione tra organi di governo ha solo rafforzato la mia convinzione che uno sport unificato sia il modo più sicuro per massimizzare il nostro potenziale e offrire un’esperienza ottimale ai fan sul posto, in televisione e online”, ha affermato Gaudenzi in una dichiarazione inviata alla Galileus Web il mese scorso.

Tuttavia, a questo punto, ha smesso di chiedere una fusione formale.

Steve Simon, presidente e CEO di WTA, ha aggiunto in una nota: “Ho da tempo affermato che siamo nel nostro sport migliore quando possiamo lavorare insieme, e le ultime settimane lo hanno messo in evidenza”.

È sempre stato un fan, ad esempio, di eventi contrastanti.

Ma mentre Murray, Nadal e Federer sono a bordo, lo scozzese ha rivelato che alcuni dei suoi colleghi ATP non erano interessati all’uguaglianza di genere.

Alcuni giocatori maschi infelici

Il trentaduenne ha detto in passato che c’erano aumenti dei premi in denaro per uomini e donne e che le donne guadagnavano lo stesso importo degli uomini, alcuni dei suoi compagni giocatori si sono opposti.

“Ho parlato con alcuni dei giocatori di sesso maschile di quelli che non erano felici perché il montepremi era lo stesso”, ha detto. “E io ho detto: ‘Beh, preferiresti che non ci fosse alcun aumento? Sai?’ Dissero: “Sì, davvero.”

“Questo è il tipo di mentalità con cui stai lavorando in queste discussioni in cui qualcuno preferirebbe fare meno soldi che non essere su un piano di parità con alcuni dei giocatori, quindi ci saranno alcune sfide”.

Ha affermato che era indispensabile coinvolgere più donne nel processo decisionale.

“Raggiungere questo tipo di decisori chiave in questo momento nel tennis, quasi tutti sono uomini e penso che quando si svolgono queste discussioni è abbastanza importante non solo vedere questa fusione attraverso gli occhi di un uomo e attirare più donne a la decisione di prendere posizioni in modo che la voce di tutti sia ascoltata e protetta nelle discussioni “, ha detto Murray.

“E se ciò accade, abbiamo un grande potenziale come sport per, penso già che sia uno sport molto speciale a causa di ciò che già abbiamo, (facendo) anche meglio”.

Tuttavia, il tennis professionistico non tornerà fino al 13 luglio, in seguito alla cancellazione di Wimbledon. varie serie di mostre‘stanno iniziando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *