Condannata Serena Grandi – Si difende, “Distratta dal mio tumore di 5 cm”

condannata serena grandi

Serena Grandi un Live – Non è il d’Urso dire la sua sulla condanna a fallimento. Il suo ristorante, infatti, è stato esaminato dagli inquirenti a seguito della denuncia di alcuni dipendenti. Secondo i testimoni, non sarebbero stati pagati a lungo. E così La Locanda di Miranda è fallita.

“I miei testimoni non c’erano perché non erano stati avvertiti, non ero lì perché non ero stato avvertito”, dice l’attrice. Serena Grandi lamenta la perdita di 700mila euro e l’impossibilità di potersi difendere durante la prima udienza.

Serena Grandi parla della sentenza – “Ero in ospedale, ho perso un po ‘il controllo”

“Chiedo scusa ai giudici, ma sono stata anche in ospedale per due anni e ho subito quattro operazioni. Il mio tumore di 5 cm mi ha distratto un po ‘”, dice Serena Grandi durante una lunga eruzione cutanea. Nella sua carriera ha fatto molto, ha regalato al pubblico momenti importanti. E poi si è trovata messa alla gogna per un impiegato: “Un ex detenuto che ho messo al lavoro per dargli una seconda possibilità. Allora ho finito. Perché dopo La grande bellezza non ce la facevo più. Questo detenuto è andato al sindacato dopo un mese, non lo so. Gli altri sono stati tutti pagati ”.

Tuttavia, Serena è stata condannata a due anni e due mesi. “Quando ho deciso di vendere il ristorante, un certo tipo di persone mi si è avvicinato e ho dato i libri a questa persona”, ha aggiunto, “li ha dati al barista di questa piccola donna poco seria. Quando gli ho chiesto di restituirmeli … li ha lanciati da un grattacielo ”. L’artista ha presentato la denuncia immediata, ma i giudici la accusano di averli fatti sparire.

Le parole del figlio Edoardo

“Il ristorante rappresentava quello che era un nuovo inizio e la promessa di recuperare una relazione madre e figlio, per superare i conflitti”, dice il figlio di Grandi. L’attrice ed erede gestirono il locale per soli due anni e soffrirono molto. “Forse era più grande di noi”, dice di nuovo. Grazie all’apertura del ristorante, Serena ha pensato di aver finalmente realizzato un sogno che coltivava da tempo. Quando le cose hanno iniziato ad andare storte, Edward Hercules pensò persino di finire nella cucina del Miranda Inn.

L’attrice ha peccato di ingenuità?

Secondo Roberto Alessi la colpa è anche di Grandi. L’attrice ha fatto di tutto e ha affidato i libri a una persona esterna, mettendosi così nei guai. Senza considerare che durante il periodo dell’inchiesta l’attrice avrebbe revocato l’incarico al suo avvocato. Il giornalista le ricorda poi che l’accusa più grande sarebbe il furto di beni: secondo i giudici alcuni piatti sarebbero scomparsi.

L’attrice, però, continua a puntare il dito contro quel cameriere che l’ha denunciata per non essere stata pagata. Secondo lui, solo per una settimana. “Non avrei mai pensato che sarebbe andato dai sindacati per riferire che non avevo mai pagato i miei dipendenti”, aggiunge. Serena Grandi è difesa dai suoi ex dipendenti: molti hanno negato l’accusa.

Barbara Matro

Barbara Matro

Linguista esperto e professionista della comunicazione con esperienza pluriennale lavorando su progetti di copywriting, transcreation, implementazione creativa e localizzazione per una vasta gamma di clienti e agenzie globali. Pensatore creativo, creativo e comprovata esperienza di lavoro sotto pressione con scadenze strette per soddisfare le aspettative del cliente e superarle. Spinto dallo spirito imprenditoriale, dallo scopo e dalla mentalità creativa per anticipare le esigenze del cliente e elaborare strategie personalizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *