Coronavirus: SSP proprietario di Upper Crust per tagliare fino a 5.000 posti di lavoro nel Regno Unito

Copyright dell’immagine
Getty Images

SSP Group, proprietario di Upper Crust, afferma che fino a 5.000 posti di lavoro potrebbero essere tagliati attraverso i punti vendita e la sede centrale del Regno Unito, mentre lotta per la riduzione dei viaggi passeggeri.

La società ha affermato che le vendite globali ad aprile e maggio sono state inferiori del 95% rispetto all’anno precedente.

SSP ha 580 punti vendita in tutto il Regno Unito, principalmente nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti, ma attualmente ne sono aperti meno di 10.

La società prevede che solo un quinto dei suoi negozi nel Regno Unito sarà aperto entro l’autunno.

Si unisce a un elenco crescente di aziende che tagliano posti di lavoro mentre l’economia del Regno Unito subisce la peggiore contrazione degli ultimi 41 anni.

Negli ultimi giorni, alcune aziende hanno annunciato tagli di posti di lavoro nel Regno Unito:

  • Il colosso aerospaziale Airbus ha dichiarato di voler tagliare 1.700 posti di lavoro nel Regno Unito, come parte dei piani per perdere 15.000 posti in tutta l’azienda
  • Le riduzioni di EasyJet significano che quasi 1.300 membri dell’equipaggio del Regno Unito e 727 piloti sono a rischio di perdere il lavoro presso la compagnia aerea, affermano i sindacati
  • Circa 600 lavoratori del camiciatore TM Lewin perderanno il lavoro a causa della chiusura dei 66 negozi dell’azienda
  • Royal Mail ha dichiarato che è necessario tagliare 2.000 lavori di gestione

Recupero ‘lento’

“Covid-19 continua ad avere un impatto senza precedenti sull’industria dei viaggi e sulle attività di SSP in tutte le aree geografiche”, ha affermato il direttore generale del Gruppo SSP Simon Smith.

“Stiamo iniziando a vedere i primi segni di ripresa in alcune parti del mondo e stiamo iniziando ad aprire unità man mano che la domanda dei passeggeri aumenta. Tuttavia, nel Regno Unito il ritmo della ripresa continua a essere lento”, ha detto.

La società ha aggiunto: “Se il ritmo della ripresa continua al livello attuale, ciò potrebbe portare a licenziare fino a circa 5.000 ruoli all’interno della sede centrale e delle operazioni nel Regno Unito”.

  • Cosa è andato storto per il gigante della vendita al dettaglio Intu?
  • “Siamo maltrattati, contusi, ma più saggi”

Mentre SSP opera in oltre 30 paesi, tra cui Stati Uniti, India e Cina, i tagli di posti di lavoro vengono effettuati solo nelle sue attività nel Regno Unito.

In questo periodo dell’anno, la società impiegherebbe normalmente circa 9000 persone in tutto il Regno Unito. Il personale è stato arruolato nel regime di furlough pagato dal governo durante la crisi del coronavirus.

La società ha dichiarato di aver pianificato di riaprire gli sbocchi nel Regno Unito quando la domanda dei passeggeri tornerà, aggiungendo: “La realtà è che il numero di passeggeri rimane a livelli molto bassi”.

Smith ha affermato che la società riaprirà rapidamente le unità del Regno Unito se durante l’estate ci fossero vendite migliori.

In una dichiarazione, la società ha dichiarato di avere accesso a circa £ 750 milioni in liquidità ed era fiduciosa di disporre di fondi sufficienti per consentirle di operare “anche nel suo scenario più pessimistico”.

SSP impiega circa 39.000 dipendenti in tutto il mondo in 2.800 punti vendita. Il mese scorso, ha dichiarato di aver subito “vendite estremamente basse” dopo che la pandemia di coronavirus l’ha costretta a chiudere alcuni rami.

Oltre alle panetterie Upper Crust, SSP possiede diversi marchi tra cui l’operatore gastronomico Camden Food Co. e la catena di bar di lusso Cabin, che ha punti vendita in aeroporti e stazioni ferroviarie.

READ  Coronavirus: Primark dice di no a un bonus di mantenimento del lavoro di £ 30 milioni
Benvolio Cavallone

Benvolio Cavallone

Sono molto di più: sono un marketer, uno stratega dei social media, un blogger, un esperto di SEO. In breve, sono il ragazzo che può aiutare la tua azienda ad avere successo nel mercato italiano. Nel 2019 ho aiutato oltre 15 aziende a comunicare efficacemente con le loro prospettive e il pubblico italiano. Tra i miei clienti, posso vantare H&M, Organo Gold, SEGA, Pinnacle, Radison Hotels, Holland Pass e Voyage Privé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *