Dieselgate, Daimler ha promesso $ 1,5 miliardi negli Stati Uniti. La società tedesca rappresenta il superamento dei limiti di emissione

E di $ 1,5 miliardi Il conto che doveva pagare Daimler Negli Stati Uniti per aver ingannato i clienti sulle emissioni delle auto. La società tedesca, proprietaria di Mercedes e marchi intelligenti, ha ricevuto un accordo di sollecitazione da risolvere Conflitto Dieselgate Ha visto il coinvolgimento dal 2017. La società sostiene che il dispositivo è stato installato su auto vendute sul suolo statunitense che gli hanno permesso di aggirare il limite di emissioni diesel.

Uno scandalo potrebbe arrivare anche adesso Europa, Alla luce di quanto accaduto di recente Germania, Dove il tribunale federale tedesco si è pronunciato a favore di un rimborso parziale al proprietario Volkswagen Conosciuto Batti il ​​dispositivo, La capacità di ingannare i test di omologazione. Lo scorso febbraio, la Volkswagen ne ha ottenuto uno Accordo Fuori dal tribunale con i clienti tedeschi, offre loro un risarcimento compreso tra 1, 1.350 e, 6.257, a seconda del modello e dell’età del veicolo. 830 milioni Dell’euro.

Sostieni Ilfattoquotidiano.it: Mai come questo momento
Abbiamo bisogno di voi.

Durante le settimane della pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, facciamo servizio pubblico. Per questo ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di proporre gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi argomenti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e tanto altro. Tuttavia tutti questi lavori hanno un grande costo finanziario. La pubblicità, quando l’economia è stagnante, fornisce entrate limitate. Non compatibile con il boom di accesso. Ecco perché chiedo a coloro che hanno letto queste righe di sostenerci. Per darci il contributo minimo, pari al prezzo del cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente ausiliario Clicca qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter fornire gratuitamente centinaia di nuovi contenuti ogni giorno a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è stagnante, offre entrate limitate. L’accesso a Ilfattoquotidiano.it non corrisponde al boom. Vi chiedo quindi di sostenerci con un contributo minimo pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma basilare cifra per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente dell’assistenza!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


I pagamenti sono disponibili

Articolo precedente

In Gran Bretagna è stata ispirata la “Six Rule”: la pressione sulla vita sociale per prevenire le infezioni

Il prossimo


Articolo successivo

Trump va in California per gli incendi e dice: “Il tempo è freddo, la scienza non lo sa”

Il prossimo


Susana Russo

Susana Russo

Ciao. Sono un Digital Copywriter. Aiuto marchi come i tuoi a creare contenuti efficaci per coinvolgere e convertire il tuo pubblico. Forti competenze SEO. Inoltre, sono un copywriter italiano creativo e concettuale. So come te l'importanza di ogni singola parola e come può fare la differenza risuonare con il bersaglio. L'ho imparato negli ultimi 8 anni di duro lavoro al servizio di aziende come Sixt, Blexr, LEAP London, Catena Media e altre. Inoltre, sono un membro freelance della Pennagrafica di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *