Drew Brees dice a Trump che le proteste della NFL non hanno mai riguardato la bandiera americana

I commenti di Brees arrivano dopo che inizialmente ha detto mercoledì che “non avrebbe mai accettato che qualcuno non rispettasse la bandiera”. Poi si è scusato per i tuoi commenti Dire che i suoi commenti sono stati “insensibili e hanno completamente perso il segno sui problemi che ora affrontiamo come paese”.

Il presidente Donald Trump è stato coinvolto e ha detto che Brees non avrebbe mai dovuto arretrare nei suoi commenti.

“Non avresti dovuto riprendere la tua posizione originale per onorare la nostra magnifica bandiera americana”, ha twittato Trump. “OLD GLORY deve essere venerato, apprezzato ed elevato …”

Brees è poi andato su Instagram, dicendo: “Non possiamo più usare la bandiera per alienare o distrarre le persone dai reali problemi che affliggono le nostre comunità nere”.

“Attraverso le mie continue conversazioni con amici, compagni di squadra e leader della comunità nera, mi rendo conto che questo non è un problema con la bandiera americana. Non lo è mai stato”, ha detto la pubblicazione Brees. “Non possiamo più usare la bandiera per alienare le persone o distrarle dai veri problemi che affrontano le nostre comunità nere”.

Questi problemi, ha affermato Brees, includevano l’ingiustizia razziale sistemica, l’oppressione economica, la brutalità della polizia e la riforma carceraria e giudiziaria.

“Noi come comunità bianca abbiamo bisogno di ascoltare e imparare dal dolore e dalla sofferenza delle nostre comunità nere”, ha scritto Brees. “Dobbiamo riconoscere i problemi, identificare le soluzioni e quindi metterlo in pratica. La comunità nera non può farcela da sola. Ciò richiederà tutti noi”.

Susana Russo

Susana Russo

Ciao. Sono un Digital Copywriter. Aiuto marchi come i tuoi a creare contenuti efficaci per coinvolgere e convertire il tuo pubblico. Forti competenze SEO. Inoltre, sono un copywriter italiano creativo e concettuale. So come te l'importanza di ogni singola parola e come può fare la differenza risuonare con il bersaglio. L'ho imparato negli ultimi 8 anni di duro lavoro al servizio di aziende come Sixt, Blexr, LEAP London, Catena Media e altre. Inoltre, sono un membro freelance della Pennagrafica di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *