È sicuro andare in piscina, in spiaggia o in un parco? Il medico fornisce indicazioni mentre vengono prese le misurazioni del distanziamento del coronavirus

Nota del redattore – Nota del redattore – Le opinioni espresse in questo commento sono esclusivamente quelle dello scrittore. La CNN sta mostrando il lavoro di La conversazione, una collaborazione tra giornalisti e accademici per fornire analisi delle notizie e commenti. Il contenuto è prodotto esclusivamente da The Conversation.

(CNN) – Anche se evitiamo di ammalarci di coronavirus, siamo tutti stanchi di stare a casa, di praticare l’allontanamento sociale e di indossare maschere. Mentre i numeri dei casi e le morti di Covid-19 sono in calo, questo non è il momento di abbassare la guardia. Questi non sono giorni ordinari. Questi nuovi giorni ci chiamano a prendere decisioni con informazioni limitate e in evoluzione. Il coronavirus continua a circolare.

Come medico che ha praticato per oltre 30 anni, mi trovo di fronte a decisioni su attività ricreative all’aperto sicure con qualche preoccupazione. La decisione se andare in spiaggia, in piscina o in un parco era in precedenza abbastanza semplice, ora, non così tanto.

Da un lato, ci sono troppe informazioni, alcune delle quali sono contrastanti e molte sono intrise di ideologia politica. D’altra parte, c’è una mancanza di informazioni: il “romanzo” nel nuovo coronavirus significa che è nuovo e ci sono molte cose che non sappiamo. Mentre è ancora vero come sempre che ci sono enormi benefici nell’andare fuori in questi giorni, è anche vero che ci sono rischi per te e per gli altri.

Una donna prende il sole a Huntington Beach, in California, il 25 aprile 2021.

Una donna prende il sole a Huntington Beach, in California, il 25 aprile 2021.

APU GOMES / AFP tramite Getty Images

Come decidere se tu e i tuoi cari potete fare escursioni, spiaggia o nuoto? Cominciamo con alcuni fatti che conosciamo davvero. Sappiamo che il virus può essere trasmesso in modo asintomatico e sappiamo che ci sono persone con un rischio sproporzionatamente elevato di gravi complicanze.

Scienziati e medici non sanno ancora se avere anticorpi è indicativo di immunità, quindi un test anticorpale positivo non significa che sia buono andare al sicuro. Sappiamo che la quantità di particelle virali a cui sei esposto e la durata dell’esposizione sono fattori vitali che determinano il rischio di trasmissione.

Inoltre, almeno uno studio di prestampa, che non è stato sottoposto a revisione paritaria, ha riscontrato che il rischio di esposizione all’esterno è molto inferiore a quello di quelli interni.

I visitatori indossano maschere per il viso nel Parco nazionale di Joshua Tree in California il 18 maggio 2021. È ancora importante indossare maschere e rimanere ad almeno un metro di distanza.

I visitatori indossano maschere per il viso nel Parco nazionale di Joshua Tree in California il 18 maggio 2021. È ancora importante indossare maschere e rimanere ad almeno un metro di distanza.

Mario Tama / Getty Images

Ma voglio essere fuori

Ora che quasi tutti gli stati sono stati riaperti, a vari livelli, è importante ricordare che il virus è ancora presente. I rischi di essere infettati quando si passa un corridore o un ciclista abbastanza rapidamente non sono terribilmente alti, almeno in assenza di starnuti o tosse, e sono persino più bassi a distanza. Le attività solitarie trasmettono meno particelle rispetto agli sport di squadra o ai giochi a cavallo in piscina.

Andare da soli o con persone nella bolla di quarantena minimizzerà il rischio. La vicinanza a persone al di fuori della bolla significa che è necessario indossare una maschera in modo appropriato per proteggere gli altri.

La bolla di quarantena è l’abbreviazione di un piccolo gruppo di amici che puoi scegliere di incontrare e che hanno seguito le linee guida per il distanziamento sociale e che conosci sano. Tuttavia, la sicurezza della loro bolla è buona quanto l’accordo tra i membri di seguire le precauzioni di sicurezza al di fuori della bolla.

Guarda la logistica del tuo piano. Vale la pena dividere l’attività pianificata in passaggi di base.

Come ci arriverai? Ricorda, i trasporti pubblici e i viaggi aerei rimangono ad alto rischio. E, se stai guidando in autostrada o da uno stato all’altro, ricorda che potrebbe essere necessario fermarti per fare un bagno. Nello spirito di “prevenire è meglio che curare”, se percorri lunghe distanze in auto, porta il tuo cibo e l’acqua, oltre a un kit di igiene contenente salviette, asciugamani di carta, sapone da viaggio e disinfettante.

Di cosa avrò bisogno mentre sono lì? Considera la necessità di pause bagno, cibo e acqua, la tua capacità di lavarti le mani e mantenere le distanze. I bagni e gli spogliatoi sono disseminati di superfici “ad alto contatto” e, sebbene mancino informazioni definitive, prove preliminari dimostrano la persistenza del virus sulle superfici. Dovresti trattare i bagni pubblici come aree ad alto rischio e tenere presente che molti potrebbero non essere nemmeno aperti.

Un lavandino in un bagno ad Allen, in Texas, il 1 ° maggio 2021, è chiuso per forzare l'allontanamento sociale.

Un lavandino in un bagno ad Allen, in Texas, il 1 ° maggio 2021, è chiuso per forzare l’allontanamento sociale.

Ronald Martinez / Getty Images

Una volta a destinazione, ricorda le basi del coronavirus.

• Mantenere una distanza di almeno sei piedi.

• Lavare e disinfettare le mani frequentemente e sicuramente dopo aver toccato qualsiasi superficie condivisa.

• Tenere le mani lontano dal viso.

• Indossare una maschera.

• Se ci si trova in un parco, camminare o camminare per una sola fila e lasciare spazio agli altri per passare a una distanza di sicurezza.

• Considerare di andare al di fuori delle ore di punta e in luoghi meno popolari.

• Se vai in spiaggia, devi comunque indossare una maschera. E mantieni la distanza.

• Se vai in piscina, ricorda che sebbene non vi siano prove di diffusione nell’acqua trattata secondo le raccomandazioni, le aree comuni richiedono spaziatura, maschere e altre precauzioni comuni.

Ricorda l’adagio immobiliare “location, location, location”. La prevalenza e la pendenza del virus, sia che i casi aumentino o diminuiscano, sono importanti nella tua zona. Inoltre, la disponibilità di test e letti d’ospedale nella tua zona sono aspetti da considerare.

Dovresti essere a conoscenza dei regolamenti e delle leggi della tua zona, comprendendo che potrebbero non riflettere le linee guida sulla salute pubblica. In caso di dubbio, errare sul lato della protezione.

Fattori al di fuori del tuo controllo

Infine, c’è il jolly di capire cosa faranno le persone intorno a te per proteggerti mentre decidi come proteggere te stesso, i tuoi cari e se stessi. Rispetteranno il tuo spazio e indosseranno maschere? L’ultima parola sulla ricreazione all’aperto? Certo, esci e resta attivo. È importante per la tua salute mentale e fisica. Scegli saggiamente, preparati e stai al sicuro.

Claudia Finkelstein è professore associato di medicina di famiglia presso la Michigan State University.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web