Fmi e stop al vaccino J&J pesano in borsa: a Milano (- 0,8%) vendite sulle banche

Corre ePrice, nuovi soci dopo aumento di capitale

Eprice Sotto i riflettori a Piazza Affari, dove segna un forte rialzo e si colloca tra le migliori di giornata, mentre si ridisegna l’azionariato del gruppo dopo l’aumento di capitale. La società ha completato l’aumento di capitale da 20 milioni di euro per il rilancio dell’azienda. Dopo la chiusura dell’aumento, Sator Capital di Matteo Arpe ha ridotto la propria partecipazione al 3,017% di ePrice.

Spread nell’area di 120 punti, rendimento decennale ai minimi storici

Lo spread BTp / Bund è rimasto a un livello basso per oltre due anni. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark (Isin IT0005413171) e il Bund è indicato in 120 punti base, in linea con la chiusura precedente. Il rendimento del benchmark decennale BTp rimane ad un passo dal minimo storico, allo 0,68% dallo 0,67% registrato lunedì.

Aste BTp, rendimento a tre anni al minimo storico -0,14%

Rendimenti a nuovi minimi storici nell’asta in cui il Tesoro ha collocato BTp a 3, 7 e 30 anni per un totale di 7,5 miliardi. Nel dettaglio, il Tesoro ha emesso la prima tranche del nuovo BTp triennale con scadenza 15/01/2024 per 3,75 miliardi a fronte di una richiesta di 5,244 miliardi. Il rendimento è sceso di 14 punti base, tornando sotto lo zero e attestandosi a -0,14%, il nuovo minimo storico. Posizionata anche la settima tranche del BTp 7 anni con scadenza 15/09/2027: a fronte di richieste per 3,949 miliardi, l’importo emesso è stato pari a 2,25 miliardi con il rendimento in calo di 41 punti base, al nuovo minimo di 0,34 per cento. La quinta tranche del BTp trentennale con scadenza 01/09/2050 è stata collocata per 1,5 miliardi, con un rendimento crollato di 43 punti base, all’1,48 per cento. Le richieste per questo titolo hanno raggiunto i 2.131 miliardi.

Andamento spread BTP / Bund

Caricamento in corso…

Euro sotto 1,18 dollari, il petrolio sale

Sul mercato dei cambi, il dollaro è rimbalzato dai minimi di tre settimane e ha spinto l’euro sotto 1,18 contro il biglietto verde a 1,1797 (da 1,1808 di ieri). Il prezzo del petrolio torna a salire, spinto dall’aumento delle importazioni cinesi: il WTI consegna a novembre sale a 40 dollari al barile mentre il Brent a dicembre supera i 42 dollari al barile.

Germania: l’indice Zew scende a 56,1 in ottobre, al di sotto delle aspettative

L’indice Zew, che misura le aspettative degli investitori sull’economia tedesca, ha subito un forte calo in ottobre. Dai massimi dal 2000 raggiunti a settembre, quando l’indice era pari a 77,4 punti, è infatti passato a 56,1 punti in ottobre. Un numero ben al di sotto delle stime di alcuni economisti che per il mese in corso hanno indicato 74 punti. L’indice delle condizioni attuali è sceso a -59,5 punti da -66,2 di settembre.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *