Gattuso: “Il Napoli avrebbe potuto vincere, non ho rimpianti. Pirlo alla Juve? Sono c … suoi”

Barcellona, ​​Spagna) – Rino Gattuso non lo digerisce ko di Barcellona che attesta il suo addio alla Champions League Napoli, ma può vedere molti aspetti positivi nelle prestazioni dei suoi ragazzi: “Il rammarico è tanto perché abbiamo avuto mezz’ora di blackout – le parole di Gattuso a Sky – abbiamo subito tre gol incredibili e poi c’è un gol da rivedere. Tuttavia, è troppo facile parlare dell’arbitro dopo la partita”. “Ho visto una squadra che è iniziata con personalità – continua l’allenatore del Napoli – ma non abbiamo dato continuità. Mi fa arrabbiare prendere un corner dal Barcellona. Abbiamo giocatori forti, ma per crescere serve una mentalità diversa da quello dimostrato in questi mesi“, Ha aggiunto. “Abbiamo creato il doppio delle occasioni, ma abbiamo pagato per gli errori che abbiamo fatto. Sono soddisfatto, perché avremmo potuto vincere ma abbiamo anche pagato per il fatto che non hanno giocato per 19 giorni – continua Gattuso – oggi la differenza è stata fatta dai singoli, abbiamo giocatori forti in prospettiva e queste partite ci aiuteranno a farlo. Qui non puoi addormentarti per mezz’ora“.

Tutti i rimpianti di Gattuso

Nei primi dieci minuti di gioco, il Barcellona non ha lasciato la propria metà campo, poi nella mezz’ora successiva lo ha fatto – continua Gattuso – Sspesso andiamo in fondo, ma non in croce. Siamo andati al dischetto, non abbiamo alzato la palla. Quando è entrato Milik invece siamo andati al cross perché ha caratteristiche diverse. A me è sembrata più che una bella partita oggi”. “Sono deluso – l’analisi dell’allenatore del Napoli – perché, vedendola dal campo, ho capito che avremmo potuto ferirlo. Abbiamo dato un po ‘la partita al Barcellona, che non va molto bene. Con un po ‘più di convinzione e un pizzico di brillantezza mentale. A volte sbagliamo cose troppo facili. Abbiamo sbagliato sui concetti difensivi, ma anche a livello di sorpasso. Sono passati 7-8 anni che il Barcellona non è andato sotto per possesso palla e tiri in porta, quindi sono nervoso. Avremmo potuto fare ancora meglio, abbiamo lasciato qualcosa ma va bene. C’erano campioni davanti. Messi non ti lascia mai solo, non è facile giocarci contro. Mi brucia“.

Gattuso su Pirlo: “Da allenatore dormi poco”

In chiusura, sull’ex compagno di squadra (al Milan e in Nazionale) Andrea Pirlo, nominato oggi nuovo allenatore della Juventus, dice, tra il serio e lo scherzo: “Adesso sono affari suoi. Beato chi è partito subito alla Juventus; Lo dico perché il lavoro è difficile. Devi studiare, lavorare, dormire poco, non basta aver fatto una grande carriera. Un grande in bocca al lupo a Pirlo. Penso che chiunque sia stato un grande giocatore deve togliere le fila al giocatore il prima possibile. Questo lavoro non si fa solo leggendo libri.”.

Barcellona-Napoli 3-1: spettacolo di Messi, Gattuso fuori dalla Champions

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web