Gli astronauti statunitensi sbarcano dal Crew Dragon di SpaceX e si imbarcano sulla Stazione Spaziale Internazionale

La navicella spaziale Dragon dell’equipaggio di SpaceX attraccò alla stazione spaziale alle 10:16 ET domenica mattina dopo il lancio dal Florida Kennedy Space Center sabato e ha viaggiato per 19 ore. Dopo aver stabilito il contatto iniziale con la ISS, Crew Dragon ha seguito una serie di passaggi per ancorare ulteriormente l’astronave con la sua porta, incluso il collegamento dell’alimentazione e la creazione di una tenuta stagna, prima primo dei due portelli.

Domenica mattina, la navicella spaziale si avvicinò con attenzione alla stazione spaziale e poi fece una “presa morbida”, il che significa che Crew Dragon fece il suo primo contatto fisico con il suo porto di attracco sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il Crew Dragon eseguì quindi una “presa forte”, che prevedeva l’uso di 12 chiusure per creare un sigillo a tenuta stagna tra la cabina dell’equipaggio di Behnken e Hurley e il loro ingresso alla stazione spaziale, e collegò l’alimentazione del Drago Crew al ISS.

Behnken e Hurley sorrisero dalla capsula verso le 13:15 ET. Sono stati accolti dai compagni astronauta della NASA Christopher Cassidy e dai cosmonauti russi Anatoli Ivanishin e Ivan Vagner, che erano già a bordo del laboratorio in orbita.

L’amministratore della NASA Jim Bridenstine chiamò la stazione dal centro di controllo delle missioni dell’agenzia spaziale di Houston, in Texas.

“Siamo molto, molto orgogliosi di tutto ciò che hai fatto per il nostro paese e, in effetti, di aver ispirato il mondo”, ha dichiarato Bridenstine.

Quando gli è stato chiesto del suo viaggio di 19 ore alla stazione spaziale, Hurley ha detto che “non potrebbe essere più felice” delle prestazioni di Crew Dragon di SpaceX.

Gli astronauti sono stati in grado di dormire per alcune ore, condividere i pasti e utilizzare il bagno di bordo durante il viaggio. “Il drago era un veicolo scivoloso e avevamo un buon flusso d’aria, quindi abbiamo trascorso una notte eccellente, eccellente”, ha detto Hurley.

Crew Dragon ha un nome: Endeavour

Gli astronauti Robert Behnken e Douglas Hurley hanno fatto un tour del loro veicolo spaziale Crew Dragon usando telecamere di bordo mentre il veicolo si dirigeva verso la Stazione Spaziale Internazionale sabato notte.

E hanno annunciato un nome per il veicolo: Sforzo.
Gli astronauti hanno scelto quel nome per vari motivi, ha detto Hurley sulla trasmissione Internet della NASA e SpaceX. Per prima cosa, il nome onora lo sforzo pluriennale che il volo spaziale umano stava tornando negli Stati Uniti dopo che lo Space Shuttle si ritirò nel 2011. E onora la lunga amicizia che Hurley e Behnken hanno condiviso e le loro storie. con la NASA: entrambi gli astronauti hanno iniziato la loro carriera nel volo spaziale con missioni a bordo della navetta spaziale Endeavour. (L’omonimo di quel veicolo era una nave del 18 ° secolo comandata dall’esploratore britannico James Cook, da cui l’ortografia britannica di “Sforzo“)

Carica speciale: un dinosauro splendente

La NASA e SpaceX hanno già rivelato che un paio di opere d’arte speciali erano a bordo di Crew Dragon con gli astronauti. Ma gli spettatori dal vivo hanno anche visto un brillante dinosauro a bordo con Hurley e Behnken.
Cosa sapere della storica missione Crew Dragon di SpaceX

Durante il loro aggiornamento dall’orbita di sabato, gli astronauti hanno condiviso di cosa si trattava: entrambi hanno bambini piccoli che sono grandi fan dei dinosauri e gli astronauti hanno permesso ai loro bambini di votare su quali dei loro giocattoli sarebbero stati tenuti in questa missione.

La selezione era un Apatosaurus con paillettes blu e rosa.

Cosa significa questo traguardo

Crew Dragon e gli astronauti hanno ormai superato due traguardi principali: il lancio e l’attracco, senza incontrare problemi di rilievo. Questa è una grande vittoria per SpaceX, che ha funzionato proprio da quando la società è stata fondata nel 2002.

È anche un punto di celebrazione per la NASA, che ha preso la controversa decisione di chiedere al settore privato di progettare veicoli per il trasporto verso la ISS dopo che il programma di navetta spaziale è stato ritirato nel 2011. La NASA è stata a lungo associata con il settore privato, ma mai prima d’ora. ha consegnato la progettazione, lo sviluppo e il collaudo di un veicolo spaziale di livello umano a un’azienda commerciale.

Dopo ritardi, problemi di sviluppo e alcuni ostacoli politici, un primo lancio riuscito di astronauti segnerà una grande vittoria per le persone all’interno dell’agenzia spaziale che sperano di continuare a utilizzare contratti commerciali più lunghi. Ciò include le ambizioni della NASA di mettere le persone sulla luna nel 2024.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *