IPL 13 sarà ospitato in India? BCCI diviso

In quello che si presenta come uno sviluppo importante all’interno del Board of Control for Cricket in India (BCCI), i decisori sono divisi 3-2 quando si tratta della sede della 13a edizione della Indian Premier League (IPL). Mentre la questione è fortemente inclinata a favore dell’hosting della lega nel paese, ci sono un paio di voci che vogliono portarlo fuori se necessario.

Parlando con IANS, un funzionario della BCCI ha detto che mentre il pensiero generale è che avere la lega in India significherà che il paese è uscito dalle grinfie della pandemia di coronavirus, ci sono alcuni che pensano che se la situazione lo richiede, la lega può essere portato in luoghi fuori dall’India.

Jason Roy, Inghilterra, IPL, Asta di giocatori, Premier League indiana

Jason Roy potrebbe finire per essere uno degli acquisti più importanti dell’asta IPL 2017Reuters

L’India ospiterà IPL 13?

“Vedi, è un caso in cui i decisori vengono divisi 3-2 se è così che desideri comprendere lo scenario attuale. Senza entrare nei nomi di chi ha detto cosa, tutto quello che posso dirti è che la sensazione generale è che che avere la lega in India non sarebbe solo un segno di positività tra la gente del paese, ma aiuterà anche perché non avremo bisogno di viaggiare all’estero e agire secondo una nuova serie di linee guida “, ha detto il funzionario della BCCI.

“Ma poi, ci sono un paio di voci che ritengono che avere il torneo dovrebbe essere la priorità e se ciò significa portarlo fuori dal paese, così sia. Quindi, mentre stiamo lavorando al piano generale, il luogo è un’area che dovrà essere ulteriormente deliberata. Inoltre, alla fine, la sicurezza dei giocatori e di tutti i soggetti coinvolti è prioritaria “, ha spiegato il funzionario.

Un funzionario di un franchising ha fatto eco ai sentimenti e ha affermato che la priorità dovrebbe essere sempre il torneo nel paese. “Vedi, se hai la lega nel paese, è un segnale positivo non solo per il mondo, ma anche per le persone in India che siamo riusciti a tornare alla normalità. Inoltre, le spese aumentano un po ‘se andate fuori. Quindi, per noi e penso che per la maggior parte delle squadre, l’India sarebbe la scelta preferita “, ha detto all’IANS il funzionario.

IPL

Il capitano Gautam Gambhir di Kolkata Knight Riders pipistrelli durante la partita 56 della Pepsi Indian Premier League (IPL) 2013 tra The Pune Warriors India e Kolkata Knight Riders tenutosi allo stadio Subrata Roy Sahara, Pune il 9 maggio 2013Foto di Pal Pillai-IPL-SPORTZ

I giocatori di tutto il mondo hanno parlato con impazienza di giocare all’IPL ora che è quasi certo che Cricket Australia (secondo la loro posta all’ICC) non è in grado di ospitare il World T20 in ottobre-novembre secondo il programma iniziale .

Parlando con IANS, India e Chennai Super Kings pacer Deepak Chahar ha detto che sperava di dare il via alla stagione del cricket con il campionato T20.

“Dovremo tornare lentamente nel groove e credo che l’IPL potrebbe essere il veicolo perfetto per noi per tornare all’azione di cricket. Ci aiuta a giocare un sacco di giochi e questo ti dà il ritmo. Se fai un il giocatore gioca un ODI o un test immediatamente dopo l’interruzione, il corpo potrebbe rompersi a causa del carico. Come quando vai in palestra, non fai una panca da 100 kg per iniziare.

“Allo stesso modo, giocare con l’IPL aiuterà non solo i giocatori di bowling, ma tutti i giocatori di cricket poiché il livello di competizione che si ottiene qui è di prima classe. Ma abbiamo bisogno di un campo adeguato prima che inizi l’IPL in modo da poter tornare nel groove questa fase lontano dal gioco “, ha sottolineato.

Il filatore dell’India e Kolkata Knight Riders Kuldeep Yadav aveva anche detto che non vedeva l’ora di giocare nell’IPL.

“Certo che sono molto emozionato. Ho sentito che l’IPL potrebbe accadere quest’anno mentre la Coppa del Mondo T20 potrebbe essere spinta. Sono pronto e molto entusiasta dell’IPL perché potrò giocare dopo una lunga pausa. IPL è un torneo difficile e se succede quest’anno farò del mio meglio. IPL ci darà anche fiducia per l’imminente serie in Australia. Quindi sì, sono tutto eccitato e non vedo l’ora di farlo “, aveva detto.

Susana Russo

Susana Russo

Ciao. Sono un Digital Copywriter. Aiuto marchi come i tuoi a creare contenuti efficaci per coinvolgere e convertire il tuo pubblico. Forti competenze SEO. Inoltre, sono un copywriter italiano creativo e concettuale. So come te l'importanza di ogni singola parola e come può fare la differenza risuonare con il bersaglio. L'ho imparato negli ultimi 8 anni di duro lavoro al servizio di aziende come Sixt, Blexr, LEAP London, Catena Media e altre. Inoltre, sono un membro freelance della Pennagrafica di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *