Israele – Hamas in guerra, le notizie di oggi | Raid israeliano a Jenin, scontri nel campo profughi. Anche le infrastrutture militari siriane sono state colpite

• È il 18° giorno di guerra: l’ho superata 5.971 morti palestinesi1.400 israeliani, 222 ostaggi nella Striscia di Gaza. Israele parla di oltre “400 obiettivi di Hamas colpiti”, Hamas riferisce di “almeno 140 morti nei raid israeliani nella notte”.
Macron è in Israele per l’incontro con il primo ministro Netanyahu.
• Obama si unisce all’appello di Biden: «Israele ha il diritto di difendersima la sua strategia militare rispetta il diritto internazionale.”
• Hamas sì ha rilasciato altre 2 donne: Ora sono stati liberati 4 ostaggi.
• Parole e acronimi per comprendere il conflitto: il glossario.
• Spiegazione della storia del conflitto tra palestinesi e israeliani.

05:20 – Malesia, il primo ministro Anwar ad una nuova manifestazione di sostegno ai palestinesi

La settimana scorsa il Primo Ministro della Malesia Anwar Ibrahim avuto una conversazione telefonica con Ismail Haniyeh, leader politico dell’organizzazione militante palestinese Hamas, responsabile del sanguinoso attacco contro Israele il 7 ottobre. Lo ha riferito lo stesso Ibrahim su Facebook, scrivendo di aver espresso “il sostegno intransigente della Malesia al popolo palestinese”. Anwar ha chiesto la fine immediata dei bombardamenti israeliani su Gaza e l’apertura di un corridoio umanitario attraverso il valico di Rafah tra l’Egitto e la Striscia. Infine, ha esortato Israele ad abbandonare la sua “politica di esproprio” e a perseguire una soluzione pacifica alla questione israelo-palestinese.

Il primo ministro ha preso parte ad una nuova manifestazione di sostegno ai palestinesi che si è tenuta ieri in uno stadio di Kuala Lumpur e ha visto la partecipazione di oltre 16mila persone tra studenti, professionisti, rifugiati, leader religiosi e politici. L’iniziativa è stata organizzata dal Movimento giovanile musulmano malese (ABIM).

04:02 – Invasione di Gaza, Biden: «Israele prende le sue decisioni»

Durante un evento per ricevere il primo ministro australiano Anthony Albanese a Washington, il presidente Joe Biden ha risposto alla domanda di un giornalista se stesse esortando Israele a ritardare l’invasione di terra: “Gli israeliani prendono le proprie decisioni”. .

03:55 – Sirene di allarme aereo nell’area attorno a Gaza

Le sirene di allarme aereo hanno suonato nell’area circostante Gaza. Lo riferiscono in un rapporto le forze di difesa israeliane.

03.46 – Sale a 3 palestinesi il bilancio delle vittime del raid israeliano a Jenin

Sale a 3 il bilancio delle vittime del raid notturno israeliano in Cisgiordania. Questo è ciò che riferiscono Posta di Gerusalemme e Al Jazeera che citano fonti mediche. Non è stato confermato il numero dei feriti e, secondo diverse fonti locali, sarebbero almeno 20. Le forze israeliane, nel frattempo, hanno abbandonato la zona di Jenin.

03.02 – Israele: terroristi colpiti con droni a Jenin, due arrestati. Mezzaluna Rossa: 2 morti

Durante il raid notturno in Cisgiordania, l’esercito israeliano è stato colpito dal fuoco di un gruppo di palestinesi, che sono stati poi colpiti da un attacco di droni. La Mezzaluna Rossa Palestinese ha confermato che 2 palestinesi sono stati uccisi e altri feriti.

L’esercito israeliano ha spiegato tramite Telegram: «Poco fa, l’IDF e le forze della polizia di frontiera israeliana hanno condotto attività antiterrorismo a Wadi Bruqin, nella zona di Jenin, e hanno arrestato due persone sospettate di essere coinvolte in attività terroristiche. Inoltre, le forze hanno aperto il fuoco sui terroristi armati. Durante le attività antiterrorismo nel campo di Jenin, terroristi armati hanno sparato e lanciato ordigni esplosivi contro le forze di sicurezza israeliane. In risposta, un UAV, un drone militare dell’IDF, ha colpito i terroristi. Non sono stati segnalati feriti tra le forze di sicurezza israeliane.”

02.51 – Un morto e quattro feriti negli scontri di Jenin

Violenti scontri tra palestinesi e forze israeliane che cercano di entrare a Jenin. Lo riporta il sito Arabo di Al Jazeera. Le forze israeliane hanno ucciso almeno un palestinese durante un’incursione nel campo profughi di Jenin e altri quattro sono rimasti feriti e portati in ospedale. L’attacco aereo israeliano ha causato diverse vittime. Un video postato sui social da Arabo di Al Jazeera mostra una strada di Jenin con suoni di spari in rapida successione.

02:27 – Incursione israeliana a Jenin, scontri nel campo profughi

Segnalata un’interruzione di corrente in alcune zone della Cisgiordania durante un’incursione notturna israeliana. Un altro raid è stato condotto dalle forze israeliane nella Cisgiordania occupata, ha riferito Arabo di Al Jazeera, aggiungendo che l’ultima operazione è coincisa con un’interruzione di corrente in almeno tre aree del territorio palestinese. In un post su Burqin. Dall’attacco di Hamas del 7 ottobre a Gaza, l’esercito israeliano ha effettuato incursioni notturne in Cisgiordania, arrestando decine di persone: da quella data si sono contati 97 morti in Cisgiordania.

02:10 – Raid israeliano contro le infrastrutture militari siriane dopo il lancio di un razzo

Aerei da combattimento delle forze di difesa israeliane hanno colpito infrastrutture militari e lanciatori di mortai appartenenti all’esercito siriano, in risposta ai lanci su Israele del giorno precedente. Lo dice l’esercito israeliano su Telegram.

01.30 – CNN: «Hamas ha pianificato l’attacco con linee telefoniche sotterranee. Esperti Usa a Israele: evitare la battaglia urbana a Gaza »»

Una rete di comunicazione che utilizza telefoni cablati integrati nella rete di tunnel sotto Gaza. Sarebbe questo — secondo fonti di intelligence citate dall’ Cnn — la strategia utilizzata da una “piccola cellula di Hamas” per pianificare “nell’arco di due anni” l’attacco contro Israele del 7 ottobre. Le linee telefoniche presenti nei tunnel – viene spiegato – permettevano ai miliziani di comunicare tra loro in segreto senza che potessero essere rintracciati dai funzionari dell’intelligence israeliana. Solo telefoni fissi e “di persona” programmando incontri senza mai utilizzare computer o cellulari, i cui segnali possono essere facilmente rintracciati. Metodi “antiquati” ma che permettevano di eludere il controllo dell’intelligence.

La CNN riferisce anche che i funzionari militari americani stanno esortando Israele ad evitare combattimenti urbani a Gaza dove c’è il rischio di “impantanarsi in sanguinose battaglie casa per casa”. Secondo quanto riferito, gli americani hanno parlato agli israeliani della loro esperienza nella battaglia di Fallujah nel 2004 durante la guerra in Iraq. Il consiglio – anche per evitare di mettere a rischio ostaggi e civili e di aggravare la tensione in Medio Oriente – sarebbe quello di utilizzare una combinazione di attacchi aerei di precisione e raid mirati per operazioni speciali.

Ore 01:15 – Bilancio della 19ª giornata di guerra

Nel diciannovesimo giorno di guerra, Israele intensifica i bombardamenti sulla Striscia di Gaza in vista di un’imminente invasione di terra contro i militanti di Hamas. Il conflitto vede il numero delle vittime a Gaza aumentare rapidamente e gli Stati Uniti temono che i combattimenti possano innescare un’escalation nella regione. Gli abitanti di Gaza — 2,3 milioni di persone – sono rimasti senza cibo, acqua e medicine da quando Israele ha isolato il territorio in seguito all’attacco di Hamas del 7 ottobre. I convogli umanitari ammessi nella Striscia hanno trasportato finora solo una piccola parte del necessario e l’ONU ha già avvertito che la distribuzione dovranno essere interrotti se non ci sarà carburante per i camion: ieri sera, dall’Egitto, sono riusciti ad entrare 8 camion contenenti acqua, cibo e medicinali. Lo ha annunciato la Mezzaluna Rossa palestinese sui medicinali”.

Il Ministero della Sanità guidato da Hamas ha affermato di sì 5.791 palestinesi uccisi e 16.297 feriti. In Cisgiordania 96 palestinesi furono uccisi e 1.650 feriti nei raid israeliani dal 7 ottobre. Secondo i funzionari israeliani più di 1.400 persone in Israele furono ucciseper lo più civili e 222 personecompresi gli stranieri sono stati catturati da Hamas durante il raid e portato a Gaza. Liberati quattro ostaggi.

00:55 – Razzi dal Libano provocano blackout sulle alture di Golan

Due razzi lanciati in serata dal sud del Libano verso il territorio israeliano hanno provocato un blackout sulle alture di Golan. Lo riporta indietro Haaretz: i due razzi sono caduti su zone disabitate e non si sono registrati feriti. Tuttavia, uno dei due avrebbe colpito un cavo elettrico, provocando un blackout in tre comunità vicine. L’esercito israeliano ha aperto il fuoco verso la zona da cui erano partiti i razzi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web