Kenzo Takada è morto di Coronavirus: il designer aveva 81 anni

Il designer giapponese Kenzo Takada È morto domenica a Parigi, all’ospedale americano di Neuilly-sur-Seine, a causa del coronavirus all’età di 81 anni. È morto domenica 4 ottobre 2020 presso l’American Hospital di Neuilly-sur-Seine, ha annunciato un portavoce in un comunicato.

Kenzo è stato il primo designer giapponese a stabilirsi a Parigi, dove ha sviluppato tutta la sua carriera raggiungendo fama internazionale. Il designer aveva venduto il marchio al gruppo LVMH nel 1993.

In Francia dagli anni ’60, si era trasferito a Parigi subito dopo la laurea nel 1964. La sua popolarità arrivò nel 1970, quando presentò la sua prima collezione alla Galleria Vivienne. Grazie al successo ottenuto, Kenzo ha quindi potuto aprire la sua prima boutique Jungle Jap, e subito dopo una modella con le sue creazioni è apparsa sulla copertina di Lei. Nel 1971 le sue collezioni vengono presentate a New York e Tokyo e l’anno successivo ottiene l’ambito riconoscimento Fashion Editor Club of Japan. Nel 1978 e nel 1979, le sue spettacolari sfilate di moda si tenevano in un tendone da circo. Allo stesso tempo ha realizzato costumi per il teatro e per il cinema. Dal 1983 il marchio Kenzo ha lanciato una linea di abbigliamento per uomo, e dal 1998 è entrato nel mondo dei profumi. Indubbiamente il profumo di maggior successo Flower di Kenzo, lanciato nel 2000. Nel 2002 riappare sulla scena come decoratore d’interni, lanciando una linea di complementi d’arredo e mobili.

4 ottobre 2020 (modifica il 4 ottobre 2020 | 17:43)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Benvolio Cavallone

Benvolio Cavallone

Sono molto di più: sono un marketer, uno stratega dei social media, un blogger, un esperto di SEO. In breve, sono il ragazzo che può aiutare la tua azienda ad avere successo nel mercato italiano. Nel 2019 ho aiutato oltre 15 aziende a comunicare efficacemente con le loro prospettive e il pubblico italiano. Tra i miei clienti, posso vantare H&M, Organo Gold, SEGA, Pinnacle, Radison Hotels, Holland Pass e Voyage Privé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *