La Polonia ha invaso accidentalmente la Repubblica ceca il mese scorso

I soldati polacchi hanno erroneamente attraversato il confine del paese con la Repubblica ceca alla fine di maggio prima di stabilirsi lì, ha detto il ministero degli esteri ceco alla CNN.

I soldati, che erano stati a guardia di parti del confine polacco-ceco chiuso durante il pandemia di coronavirus, poi ha iniziato a respingere i cittadini cechi che stavano tentando di visitare una chiesa nel loro paese.

Lo snafu ha portato l’ambasciata ceca a Varsavia a prendere “provvedimenti immediati” e informare la sua controparte polacca, ha detto il governo ceco alla CNN, aggiungendo che la Polonia non ha ancora spiegato formalmente perché abbia annesso erroneamente il suo vicino.

“Le nostre controparti polacche ci hanno assicurato ufficiosamente che questo incidente era solo un malinteso causato dall’esercito polacco senza alcuna intenzione ostile, tuttavia, ci aspettiamo ancora una dichiarazione formale”, ha detto un portavoce del Ministero degli Esteri alla CNN.

“I soldati polacchi non sono più presenti e i nostri cittadini possono nuovamente visitare il sito liberamente”, ha aggiunto il portavoce.

“Stiamo ancora aspettando la formale dichiarazione polacca”, hanno ripetuto quando è stato chiesto per quanto tempo le truppe polacche erano nel paese.

Anche il ministero della Difesa polacco ha riconosciuto la breve occupazione di venerdì.

“Il collocamento del posto di frontiera è stato il risultato di un malinteso, non un atto deliberato. È stato corretto immediatamente e il caso è stato risolto, anche dalla parte ceca”, ha detto alla CNN in una nota.

L’incidente è avvenuto vicino a Pielgrzymow, un piccolo villaggio di confine nella Polonia meridionale che si trova di fronte a un tratto scarsamente popolato della campagna ceca. Una strada tranquilla lì funge da punto di confine tra le due nazioni.

READ  Statua di Edward Colston abbattuta a Bristol, in Inghilterra, durante la protesta

“I soldati dell’esercito polacco sostengono la guardia di frontiera nel proteggere il confine di stato dopo la sua chiusura a causa della pandemia di coronavirus”, ha spiegato il Ministero della Difesa polacco. “L’operazione è guidata dal comando operativo delle forze armate, che è in diretto contatto con la guardia di frontiera.”

Il governo polacco non ha confermato per quanto tempo i suoi soldati erano presenti nella Repubblica ceca.

I confini tra i paesi dell’Unione Europea sono spesso appena visibili poiché i cittadini godono della libertà di movimento in tutto il blocco.

Ma la pandemia di coronavirus ha complicato quella disposizione di lunga data, con le nazioni che chiudevano l’ingresso agli stranieri per controllare la diffusione del virus. La Polonia ha bloccato le persone dall’entrare nel paese da marzo.

La Polonia è stata coinvolta in una manciata di conflitti di frontiera più gravi con l’ex Cecoslovacchia nel corso del 20 ° secolo. I due paesi hanno combattuto una guerra di sette giorni sul territorio della regione della Slesia nel 1919 e la Polonia ha annesso una regione intorno alla città di Bohumin nel 1938.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *