L’aeroporto di Teruel non ha passeggeri, ma sta esaurendo lo spazio

(CNN) – Gli aeroporti più trafficati in Spagna? Mi vengono in mente Madrid e Barcellona e, in circostanze normali, sarebbero la risposta giusta.

Tuttavia, quando l’Aeroporto di Teruel in Aragona ha recentemente superato le classifiche delle attività aeroportuali in Spagna, è diventato chiaro che questi sono tutt’altro che tempi normali – ma poi, Teruel non è il tuo tipico aeroporto.

La steppa spazzata dal vento negli altopiani della Spagna orientale è la cornice più improbabile per un aeroporto frenetico. Dopotutto, stiamo parlando di una delle regioni più scarsamente popolate d’Europa.

La provincia di Teruel compare raramente negli itinerari di decine di milioni di turisti che in genere visitano la Spagna ogni anno. Anche tra gli spagnoli, questa destinazione rurale, fuori dai sentieri battuti, conserva un’aura di mistero, come si addice a qualche luogo di cui molti hanno sentito parlare, ma pochi hanno visitato.

Non per niente un’organizzazione politica di base locale, che l’anno scorso ha eletto il suo primo parlamentare al parlamento spagnolo, ha scelto di chiamarsi “Teruel Existe” (“Teruel Exists”), una dichiarazione di missione che spera di riportare questo territorio sul carta geografica.

Archiviazione profonda

Quel che è certo è che Covid-19, o le sue scosse di assestamento nel settore dei viaggi, hanno innalzato il profilo dell’aeroporto di Teruel nel settore dell’aviazione.

Questo perché gli utenti dell’aeroporto di Teruel non sono passeggeri, ma gli stessi aerei.

Lo stesso clima secco che ha reso questa zona uno dei poli spagnoli produttori di prosciutto, con “Prosciutto di Teruel” avendo la propria denominazione di origine protetta, la rende anche la scelta migliore per quelle compagnie aeree che hanno una capacità in eccesso nelle loro flotte.

“Il clima di Teruel è adatto allo” stoccaggio profondo “, una condizione in cui l’aeromobile può rimanere per un lungo periodo di tempo senza importanti lavori di manutenzione ed è preservato nel miglior modo possibile per una successiva ripresa delle operazioni”, un portavoce di Lufthansa, portabandiera tedesco, racconta a CNN Travel.

L’aeroporto ospita le strutture di Tarmac Aerosave, un gruppo aeronautico francese che offre servizi di stoccaggio, manutenzione e riciclaggio al settore aereo e gestisce altri due siti simili nel sud della Francia.

Con il crollo della domanda dei passeggeri e l’incertezza sul futuro del settore dei viaggi ai massimi livelli, alcune compagnie aeree hanno portato al licenziamento di quei colossi a quattro motori, e parecchie sono finite a Teruel.

A corto di spazio

Una di queste compagnie aeree è Air France, che ha messo in deposito 180 aeromobili su una flotta totale di 224. La maggior parte di questi sono rimasti nelle sue basi francesi a Parigi e Tolosa, ma una manciata di A380 sono stati trasportati a Teruel prima della compagnia annuncio che stava anticipando il loro ritiro, inizialmente previsto per il 2022. Fonti di Air France hanno confermato che, a partire dall’11 giugno, la compagnia aerea aveva cinque A380 a Teruel.

Lì troveranno compagnia a “Vienna”, “Zurigo” e “Bruxelles”, i tre A380 Lufthansa sono volati all’aeroporto di Aragonese. La compagnia aerea tedesca invierà inoltre l’intera sua flotta A340-600 a Teruel, dove verranno ritirate nei prossimi due o tre mesi. Non si prevede che questi aeromobili tornino in servizio per almeno uno a un anno e mezzo – se mai.

L’arrivo di così tanti velivoli di grandi dimensioni si aggiunge al già considerevole carico di lavoro in aeroporto, che ha la capacità di immagazzinarne fino a 125 contemporaneamente.

L'aeroporto di Teruel, utilizzato per la manutenzione e lo stoccaggio degli aeromobili, ha ricevuto una domanda crescente a causa della pandemia.

L’aeroporto di Teruel, utilizzato per la manutenzione e lo stoccaggio degli aeromobili, ha ricevuto una domanda crescente a causa della pandemia.

David Ramos / Getty Images

Anche se ci sono stati esplosioni di attività a Teruel in passato, come quando Transaero, all’epoca la seconda compagnia aerea più grande della Russia, è fallita nel 2015 e la maggior parte della sua flotta è stata inviata lì, questa sarà la prima volta che l’aeroporto opera a capacità.

Pedro Sáez, direttore dello stabilimento di Teruel presso Tarmac Aerosave, ha detto alla CNN il 17 giugno che mentre la compagnia aveva 66 aeromobili in deposito e parcheggio in aeroporto prima della pandemia, ora ne ha 109, altri 43.

L’arrivo di alcuni aeromobili molto grandi – ben nove A380 e 40 A340 erano a Teruel all’inizio di giugno – si aggiunge al già considerevole carico di lavoro in aeroporto, che ha la capacità di immagazzinare fino a 125 alla volta.

READ  Dalla superstar del rock alla lavastoviglie all-star, Jon Bon Jovi mantiene fedele la sua comunità

Come vengono mantenuti gli aerei

È troppo veloce per un progetto di espansione pianificato di € 24 milioni ($ 26,9 milioni), incluso un impianto di verniciatura per aeromobili e un grande hangar in grado di contenere due A380 contemporaneamente, per essere di grande aiuto.

I gestori aeroportuali stanno quindi pensando a come ottimizzare lo spazio esistente. Venticinque aerei sono già stati collocati su terreni non asfaltati, mentre i dipendenti sono stati richiamati dal furlough. Si tratta di un lavoro ad alta intensità di lavoro, dal momento che gli aeromobili necessitano di cure e manutenzione specializzate durante il periodo di immagazzinamento.

Un capannone a Teruel.

Un capannone a Teruel.

JOSE JORDAN / STR / AFP tramite Getty Images

Air France stima che un aeromobile in “deposito attivo”, che dura da uno a tre mesi, richiede circa 150 ore di lavoro in tre fasi.

C’è una fase preparatoria iniziale in cui i motori, le bocchette dell’aria e le altre aree chiave sono protette, i liquidi drenati e le ali e il carrello di atterraggio lubrificati.

Questa è seguita da una fase di ispezioni ricorrenti, che comportano anche lo spostamento periodico dell’aeromobile per ridurre la pressione sui pneumatici e il riavvio regolare di motori e potenza.

La regione di Teruel, leggermente popolata, è famosa per il suo clima secco.

La regione di Teruel, leggermente popolata, è famosa per il suo clima secco.

PIERRE-PHILIPPE MARCOU / AFP via Getty Images

Ogni volta che è il momento di riportare l’aereo in servizio, le procedure per riprendere la vita operativa possono richiedere altri due giorni, rimuovendo le protezioni e conducendo ulteriori controlli.

Ironia della sorte, le stesse restrizioni di viaggio che hanno aumentato i livelli di attività negli aeroporti come Teruel fungono anche da fattore limitante.

Proprio come è successo nel industria crocieristica, gli equipaggi che volano su aeromobili verso siti di stoccaggio rischiano di rimanere bloccati o, nella migliore delle ipotesi, affrontano uno slog scomodo per tornare a casa.
READ  Dalla superstar del rock alla lavastoviglie all-star, Jon Bon Jovi mantiene fedele la sua comunità
Camila

Camila

Affascinato e curioso di tecnologia e design, sin da bambino ho sempre studiato e guardato il mondo evolversi intorno a me ponendomi sempre nuove domande a cui rispondere. Grazie all'esperienza professionale acquisita negli anni, comunico in modo chiaro e preciso riuscendo a rispondere a specifiche richieste del cliente e / o dell'utente di riferimento. Per me, l'aspetto grafico rappresenta un modo di comunicazione visiva che mira a emozionare. Viaggio spesso per partecipare a corsi o incontri per aggiornarmi, conoscere e confrontarmi / misurarmi con nuove persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *