Le esperienze di questi uomini neri sono state catturate dalla telecamera, alimentando rabbia e azione.

Le esperienze di tre uomini neri sono state catturate in video e pubblicate nelle ultime settimane e, mentre ogni incidente termina in modo diverso, tutti hanno dato un’idea dei pericoli che gli uomini neri affrontano negli Stati Uniti.

I video di George Floyd, Ahmaud Arbery e Christian Cooper hanno portato a un nuovo ciclo di rabbia, frustrazione, tristezza e proteste. Queste sono le loro storie:

Tutti e quattro gli agenti coinvolti nella morte di Floyd sono stati licenziati dal dipartimento martedì, ha detto la polizia di Minneapolis.

George Floyd. Ahmaud Arbery. Breonna Taylor. Cosa possono dire ora i genitori neri ai loro figli sulla sicurezza?

Venerdì, il procuratore distrettuale Michael Freeman della contea di Hennepin ha accusato Derek Chauvin, l’agente il cui ginocchio era sul collo di Floyd, di omicidio di terzo grado e omicidio di secondo grado.

Floyd ha lavorato in sicurezza in un ristorante per cinque anni, dove ha sviluppato la reputazione di qualcuno che si trovava dietro di lui ed era lì per aiutarlo quando era depresso.

“Era amato da tutti i miei dipendenti e dai miei clienti”, ha detto alla CNN il proprietario del ristorante, Jovanni Thunstrom.

Floyd avrebbe aiutato a ripulire dopo la chiusura del bar ed era un “ragazzo molto gentile e molto buono con i clienti”, secondo Thunstrom.

Suo fratello Philonise Floyd disse alla CNN: “Sapere che mio fratello deve amare mio fratello”.

“È un gigante gentile, non fa male a nessuno”, ha detto.

Ahmaud Arbery

Ahmaud Arbery, 25 anni, era un ex calciatore che spesso faceva jogging vicino alla sua area sud-est della Georgia.
Ahmaud Arbery, 25 anni, stava correndo in un quartiere di Brunswick, in Georgia, il 23 febbraio, quando un uomo e suo figlio lo hanno inseguito e gli hanno sparato, in seguito dicendo alla polizia che credevano che fosse il sospetto in una serie di rapine recenti. la zona.

Per più di due mesi, gli uomini hanno evitato l’arresto. Due procuratori distrettuali si sono recusati per possibili conflitti di interesse, uno dei quali ha scritto che il tiratore ha agito per autodifesa e che le sue azioni rientravano nelle leggi sull’arresto dei cittadini della Georgia.

Quello che dicono i manifestanti sta alimentando la loro rabbia

Tuttavia, all’inizio di questo mese è stato rilasciato un video di 36 secondi che mostra gli ultimi momenti di Arbery, provocando mandati di arresto per gli uomini nel video.

Gregory McMichael, 64 anni, e suo figlio Travis McMichael, 34 anni, sono stati arrestati il ​​7 maggio e accusati di omicidio e aggravato assalto all’omicidio. William “Roddie” Bryan Jr., 50 anni, l’uomo che ha registrato la sparatoria fatale, è stato arrestato con l’accusa di omicidio grave, ha riferito il Bureau of Investigation della Georgia.

Arbery, un ex giocatore di football del liceo, correva per miglia vicino alla zona sud-est della Georgia dove è cresciuto.

“Era una luce intensa in un mondo di oscurità”, ha detto Akeem Baker, il migliore amico di Arbery.

La sua famiglia ha definito le riprese un linciaggio moderno.

“Voglio solo che la gente sappia che era un brav’uomo e che amava le persone e voglio solo che le persone si ricordino di lui come un giovane di buon cuore”, ha detto suo padre, Marcus Arbery Sr. .. “Per vederlo, basta linciato in questo modo da una folla razziale è devastante per la nostra famiglia “.

Cooper cristiano

Christian Cooper, un appassionato osservatore di uccelli, ha filmato il video di una donna bianca a Central Park che ha chiamato la polizia durante un incontro che ha coinvolto il suo cane scatenato, che ha violato le regole della zona. Il video mostra la donna che dice che chiamerà la polizia e “dicendo loro che c’è un uomo afroamericano che sta minacciando la mia vita”.
C'è un'epidemia per la quale non potremo mai trovare un vaccino: la paura degli uomini neri negli spazi pubblici

Il video termina quando chiama la polizia e lega il suo cane, e il dipartimento di polizia di New York ha dichiarato che nessuno dei due era presente quando hanno risposto alla scena. Tuttavia, l’incidente fu un altro esempio di bianchi che chiamavano la polizia afro-americana per quella che altrimenti sarebbe stata una disputa banale.

La donna, che in seguito fu licenziata dal suo lavoro, disse alla CNN che voleva “scusarsi pubblicamente con tutti” e disse che non era razzista.

“Penso che le sue scuse siano sincere”, ha detto Cooper a Don Lemon della CNN martedì. “Non sono sicuro che in quelle scuse riconosca che sebbene non sia e non si consideri razzista, quel particolare atto era decisamente razzista”.

“E il fatto che quello era il suo appello all’epoca – garantito, era una situazione stressante, una situazione improvvisa – sai, forse un momento di giudizio incredibilmente scarso. Ma è andata lì e ha avuto questo atto razzista che ha fatto.”

Amir Vera della CNN, Eliott McLaughlin e Alisha Ebrahimji hanno contribuito a questo rapporto.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *