L’indagine di Madeleine McCann porta la polizia del Regno Unito a un nuovo sospettato

McCann è scomparso mentre dormiva nell’appartamento per vacanze della sua famiglia nel 2007, in un caso che da allora ha attirato l’attenzione dei media nel Regno Unito. Non è mai stata trovata. C’è una ricompensa della polizia di £ 20.000 (circa $ 25.000) per le informazioni che portano alla condanna dei responsabili della sua scomparsa.

Il nuovo sospettato è un uomo attualmente incarcerato in Germania per una questione non correlata, ha affermato la polizia metropolitana britannica.

La forza non identificò l’uomo, ma lo descrisse come un bianco di 43 anni. Ha vissuto periodicamente nella regione dell’Algarve, nel sud del Portogallo, tra il 1995 e il 2007, quando McCann è scomparso.

“È collegato alla zona di Praia da Luz e alle regioni circostanti e ha trascorso alcuni brevi periodi in Germania”, ha dichiarato la polizia.

“Sono passati più di 13 anni da quando Madeleine è scomparsa e nessuno di noi può immaginare come deve essere la sua famiglia, senza sapere cosa è successo o dove si trova.”

“Dopo il decimo anniversario, il Met ha ricevuto informazioni su un uomo tedesco noto per essere stato a Praia da Luz e dintorni. Abbiamo lavorato con colleghi in Germania e Portogallo e quest’uomo è sospettato della scomparsa di Madeleine.” L’ispettore capo Mark Cranwell ha dichiarato in una nota mercoledì.

La polizia ha anche rivelato i dettagli di due auto a cui il sospetto aveva accesso e usato per la scomparsa di Madeleine McCann.

Hanno chiesto al pubblico di presentare qualsiasi informazione sui veicoli. Hanno anche richiesto informazioni su due numeri di telefono cellulare, uno dei quali si ritiene sia stato utilizzato dall’indagato il giorno della scomparsa di Madeleine.

Questa è una storia rivoluzionaria, più da seguire …

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *