L’India e l’Australia rafforzano i legami militari mentre le tensioni diminuiscono nel Mar Cinese Meridionale

Gli accordi sono stati annunciati dopo un vertice virtuale tra i primi ministri Scott Morrison dell’Australia e Narendra Modi dell’India.

“L’India si impegna pienamente e rapidamente a rafforzare le sue relazioni con l’Australia. Questo è importante non solo per le nostre due nazioni, ma anche per la regione indo-pacifica e il mondo intero”, ha detto Modi.

“Siamo impegnati in un Indo-Pacifico aperto, inclusivo e prospero e il ruolo dell’India in quella regione, la nostra regione, sarà fondamentale negli anni a venire”, ha aggiunto Morrison.

I nuovi patti, noti come Accordo di sostegno alla logistica reciproca Australia-India e Accordo di implementazione di scienza e tecnologia della difesa, sono prodotti con l’aumento delle tensioni militari nella regione indo-pacifica, che comprende il Mare del Sud. dalla Cina, dove la Cina ha rafforzato le sue posizioni. sulle isole contese.

Una dichiarazione post-vertice congiunta afferma che i due paesi “condividono la visione di una regione indo-pacifica libera, aperta, inclusiva e basata sulle regole per sostenere la libertà di navigazione, il sorvolo e l’uso pacifico e cooperativo dei mari”.

Il primo ministro indiano Narendra Modi parla durante un incontro virtuale con il primo ministro australiano Scott Morrison a Nuova Delhi, in India, giovedì 4 giugno 2020.

Gli accordi impegnano i due paesi ad approfondire l’integrazione militare attraverso esercitazioni più complesse e garantiscono loro l’accesso reciproco alle basi per il supporto logistico.

Mar Cinese Meridionale

La Cina rivendica quasi tutti gli 1,3 milioni di miglia quadrate del Mar Cinese Meridionale, nonostante altri richiedenti abbiano confini molto più vicini alle acque contese. Nel 2016, un tribunale dell’Aja ha stabilito che la Cina non ha basi legali per rivendicare diritti storici sulla maggior parte del Mar Cinese Meridionale.

Le Filippine affermano che l'accordo di accesso militare degli Stati Uniti non finirà Stati Uniti d'America Tra le tensioni del Mar Cinese Meridionale

L’Australia ha legami di sicurezza di lunga data con gli Stati Uniti e ha da tempo mantenuto una presenza nel Mar Cinese Meridionale, conducendo pattuglie di sorveglianza aerea dal 1980, secondo il Lowy Institute.

Anche le navi da guerra australiane visitano la zona regolarmente, compresa la partecipazione ad esercizi lì con navi da guerra americane in aprile.

L’anno scorso, navi da guerra indiane si unirono a navi navali americane, giapponesi e filippine in un transito nel Mar Cinese Meridionale.

Nel frattempo, l’India ha aumentato la sua cooperazione nella difesa con gli Stati Uniti, anche con gli esercizi navali annuali di Malabar, che riuniscono le forze armate americane e indiane insieme alle forze di autodifesa giapponesi.

L’alto commissario australiano per l’India Barry O’Farrell ha dichiarato in un’intervista il mese scorso che Canberra sarebbe interessata a partecipare agli esercizi di Malabar, ma nessun invito è stato esteso.

La firma di giovedì è arrivata quando le tensioni hanno continuato a salire sul confine India-Cina tra le montagne dell’Himalaya.

Il ministro della Difesa indiano Rajnath Singh ha dichiarato martedì che un “numero significativo” di Le truppe cinesi erano passate alla linea di controllo reale separando i due paesi.

Il mese scorso, un’aggressiva scaramuccia transfrontaliera tra le forze cinesi e indiane ha provocato lievi ferite alle truppe. L’incidente è stato seguito nelle ultime settimane da rapporti non confermati di tensioni nell’area montuosa, sebbene nessuna delle parti avesse riconosciuto pubblicamente qualcosa di straordinario.

Angus Watson, Rishabh Madhavendra e Ben Westcott della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Antonia Angelo

Antonia Angelo

Affascinato e curioso di tecnologia e design, sin da bambino ho sempre studiato e guardato il mondo evolversi intorno a me ponendomi sempre nuove domande a cui rispondere. Grazie all'esperienza professionale acquisita negli anni, comunico in modo chiaro e preciso riuscendo a rispondere a specifiche richieste del cliente e / o dell'utente di riferimento. Per me, l'aspetto grafico rappresenta un modo di comunicazione visiva che mira a emozionare. Viaggio spesso per partecipare a corsi o incontri per aggiornarmi, conoscere e confrontarmi / misurarmi con nuove persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *