L’Oréal chiuderà i negozi negli Stati Uniti

Secondo Bloomberg, L’Oréal prevede di chiudere negozi negli Stati Uniti per ristrutturare le attività della sua divisione lusso (Lancôme, Kiehl’s, Yves Saint Laurent…). Questa riorganizzazione, che avverrà nei prossimi sei mesi, interesserà 400 dipendenti, alcuni dei quali verranno riqualificati.

L’Oréal ristruttura la sua divisione Luxury negli Stati Uniti – AFP

Di fronte ai cambiamenti nelle abitudini di acquisto degli americani, che visitano sempre meno negozi fisici, la divisione lusso di L’Oréal US investirà quindi in aree ad alta crescita, come l’e-commerce e più in generale il digitale.

Nel 2019, negli Stati Uniti, il colosso mondiale della bellezza L’Oréal aveva subito un calo delle vendite dello 0,8%, a 7,5 miliardi di euro. Una diminuzione aggravata dall’epidemia di coronavirus, poiché le vendite di L’Oréal in Nord America sono diminuite del 15,2% nella prima metà del 2021. A causa dell’obbligo di indossare maschere e del blocco, sono stati i segmenti del trucco e dei profumi a essere colpiti dalla crisi, segmenti in cui la divisione lusso ha una forte presenza negli Stati Uniti.

Tuttavia, L’Oréal non è l’unico attore globale della bellezza ad essere ristrutturato per affrontare la crisi. Il gruppo statunitense di cosmetici Estée Lauder ha annunciato lo scorso agosto l’eliminazione di 1.500-2.000 posti di lavoro, insieme ad altre misure di risparmio, dopo un trimestre segnato da un forte calo delle presenze dei clienti nei suoi negozi durante la pandemia di coronavirus. Misure che riguardano principalmente Europa, Medio Oriente, Africa e Nord America.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web