L’Organizzazione Trump inizia a riaprire le sue proprietà golfistiche

L’Organizzazione Trump inizia a riaprire le sue proprietà golfistiche

Il Trump National Doral Miami Golf Club ha riaperto i soci venerdì e a partire da sabato gli ospiti dell’hotel possono anche giocare a golf. I golfisti dovrebbero seguire un nuovo protocollo che includa: dover indossare una maschera facciale quando ci si avvicina alla club house, rispettare sempre le linee guida di distanza sociale, non stringere la mano o condividere mazze da golf e limitare il tipo di carrelli campi da golf che possono essere utilizzati. Le nuove procedure sono state pubblicate al Miami Golf Club. sito web da sabato

Il Trump International Golf Club a West Palm Beach, in Florida, è aperto ai soci solo da mercoledì. E il Trump National Golf Club a Bedminster, New Jersey, riaperto sabato, anche solo per i soci. Il Trump National Golf Club Washington, DC, a Potomac Falls VA, è aperto sabato. I rappresentanti del club non direbbero se fosse mai chiuso.

La Galileus Web aveva precedentemente riferito che le proprietà di Doral e West Palm Beach sospesero collettivamente 713 lavoratori a causa dell’epidemia di coronavirus. Altri 102 dipendenti sono stati licenziati dalla proprietà Potomac Falls.

La Galileus Web ha contattato l’Organizzazione Trump in merito alla riapertura, per vedere se i licenziamenti sono stati riassunti e, in caso affermativo, quanti.

Le riaperture arrivano più di un mese dopo che l’Organizzazione Trump ha inizialmente annunciato la chiusura temporanea in varie strutture, citando mandati locali, statali e federali. All’epoca, i capi di stato avevano emesso ordini di domicilio che chiudevano tutte le attività non essenziali in Florida, Illinois, Nevada, New York, Virginia e Washington, DC. Alcuni di quegli ordini sono stati rilassati.
A Trump e alla sua famiglia è stato proibito di chiedere aiuto al programma di prestiti del Dipartimento del Tesoro da $ 500 miliardi incluso nel pacchetto di stimolo da $ 2 trilioni che ha firmato a marzo.
Wall Street Il Journal in precedenza aveva riferito che il coronavirus costava alle proprietà Trump Organization oltre $ 1 milione di entrate perse ogni giorno mentre era chiuso, e The Il Washington Post Ha riferito che la compagnia aveva licenziato o sospeso quasi 1.500 dipendenti nei suoi hotel negli Stati Uniti e in Canada.
Nelle ultime settimane, il Presidente è stato ansioso che gli americani tornassero al lavoro, nonostante un ritardo nel testare la capacità del coronavirus. A metà aprile, Trump ha convocato una task force bipartisan volta a riaprire l’economia e ha presentato agli Stati un approccio in tre fasi per allentare le restrizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *