Mark Cuban stava seriamente considerando un’offerta presidenziale il mese scorso. Ecco perché hai deciso di non farlo.

Il proprietario del miliardario di Dallas Mavericks ha criticato il presidente Donald Trump e ha discusso ambizioni presidenziali del porto durante anni. Ma diverse settimane fa il cubano ha assunto qualcuno per valutare le sue possibilità nella gara del 2020, ha detto a David Axelrod Il podcast di Ax Files Giovedi.

“La mia famiglia l’ha respinto”, ha detto Cuban di un’offerta presidenziale. “Altrimenti avrei.”

Cuban ha dichiarato di candidarsi come candidato indipendente e di voler sapere come se la cavano Trump e il presunto candidato democratico, Joe Biden.

Il sondaggista, ha detto Cuban, gli ha detto che avrebbe potuto ottenere circa il 77% del voto indipendente e ottenere alcuni voti da Trump e Biden. Tuttavia, finalmente sentì che le sue possibilità non erano abbastanza buone.

Mark Cuban ha un piano per più americani a lavorare e spendere

“Ho dominato il voto indipendente”, ha detto Cuban. “Ma nel complesso, sono stato in grado di ottenere solo il 25%.”

Con tali probabilità, disse, non si sentiva in grado di convincere la sua famiglia che valeva la pena correre. “Quindi non l’ho seguito.”

Per quanto riguarda i suoi sentimenti riguardo alla presidenza di Trump, Cuban ha dichiarato di ritenere di “essere partito bene”, aggiungendo di essere d’accordo con alcune parti del piano fiscale di Trump. Ma alla fine Cuban ha messo in dubbio l’idoneità di Trump per il ruolo.

“Non è affatto un leader”, ha detto Cuban. “Non ha abilità comunicative. Fino ad oggi, non è colpa sua. Non ha mai ammesso nulla. E tu non puoi essere il capo del mondo libero e giocare sempre la carta vittima.”

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *