Martedì nero: i leader del settore musicale promettono di interrompere l’attività per un giorno

I dirigenti musicali Jamila Thomas e Brianna Agyemang hanno guidato lo sforzo di chiudere le normali operazioni commerciali il 2 giugno attraverso la loro iniziativa #theshowmustbepaused.

Sembra che un account Twitter collegato al gruppo sia stato creato domenica, nel mezzo di un fine settimana che ha visto le comunità di tutto il paese protestare per le uccisioni di George Floyd e altri da parte della polizia.

In una lettera che spiega lo sforzo pubblicato nel suo Sito ufficialeThomas e Agyemang hanno affermato che è “nel rispetto del razzismo e della disuguaglianza di lunga data che esiste dalla sala del consiglio al viale”.

Artisti come i Rolling Stones, Quincy Jones e Billie Eilish hanno detto che osserveranno la giornata. In risposta, vari artisti hanno anche cancellato feste di ascolto o eventi dei fan.

Sono previste anche etichette come Def Jam Recordings, Interscope, Sony Music, Columbia Records e altre.

“Non continueremo a fare affari come al solito senza tener conto della vita dei neri”, hanno scritto Thomas e Agyemang. “Martedì 2 giugno si intende interrompere intenzionalmente la settimana lavorativa.”

Esattamente quello che sembrerà davvero varierà da compagnia a compagnia e da persona a persona. Ma i partecipanti sono incoraggiati a rinunciare a e-mail, pubblicazioni musicali e qualsiasi altra normale attività commerciale.

Su MTV, Chris McCarthy, presidente di ViacomCBS Entertainment & Youth Group, ha dichiarato ai dipendenti in una e-mail interna ottenuta dalla CNN che la società “focalizzerà la nostra attenzione al di fuori del lavoro e sulla nostra comunità”.

“Non terremo alcun incontro o condurremo affari, ma piuttosto mostreremo solidarietà con i nostri colleghi afroamericani e i nostri cari in tutto il paese”, ha scritto.

Lunedì, le reti ViacomCBS, tra cui MTV, Comedy Central, Paramount Network e Pop, si spegneranno per 8 minuti e 46 secondi in onore di Floyd, il movimento Black Lives Matter “e altre vittime del razzismo”, ha scritto McCarthy.

Gli organizzatori incoraggiano anche donazioni per le famiglie delle vittime, fondi obbligazionari comunitari e partecipazione a campagne di base.

Hanno anche fornito un elenco di risorse contro il razzismo.

“Questa non è solo un’iniziativa di 24 ore”, hanno aggiunto Thomas e Agyemang. “Siamo e saremo in questa lotta a lungo termine.”

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *