Migranti, due barche danneggiate con 140 persone a bordo nelle acque maltesi: “Si stanno gettando in mare, ma La Valletta non risponde ai Sos”

Aiuto, stiamo morendo “. È il grido disperato dei 95 migranti che si trovano a bordo di una delle due barche danneggiate nel zona Sar maltese. Come fa a sapere la ONG Telefono di allarme chi per primo ha lanciato l’allarme nella notte, in totale lo sono 140 persone che sono in queste ore in difficoltà nel Mediterraneo mentre le autorità maltesi non rispondono e ignorano le richieste di aiuto. Nel pomeriggio la situazione è peggiorata ulteriormente, secondo gli aggiornamenti di Alarm Phone: “La situazione è critica! Lo dicono le persone a bordo la barca è piena d’acqua e che alcuni hanno iniziato a saltare in mare! Queste vite non valgono? L’Europa non li guarda affogare! – scrivi su Twitter – Le persone in pericolo dicono che c’è una nave in vista ma ancora troppo lontana da loro. Dicono che due persone siano saltate in acqua e uno è scomparso. Ancora una volta, chiediamo alle autorità di coordinare immediatamente un’operazione di salvataggio. “

Il primo appello, rivolto al Paese ma anche all’Italia, arriva a tarda notte su Twitter: “Sos urgente !!! 95 persone sono a rischio di annegamento nell’area di Sar a Malta! Hanno chiamato #AlarmPhone quando il motore si è fermato e stavano prendendo acqua. La situazione a bordo è critica. Le autorità maltesi e italiane sono informate ma non rispondono. soccorrere“. Quindi il drammatico aggiornamento 2:45:” Le persone in pericolo dicono di non poter rimuovere l’acqua dalla barca perché è sovraffollata. Gridano: ‘stiamo morendo!’. Il mercante # Maridive230 è a 20 miglia dalla barca e potrebbe essere ordinato di aiutare ma Malta non risponde alle nostre chiamate“.

Un’altra barca è stata aggiunta alla barca in difficoltà, sempre nelle acque maltesi, con 45 naufraghi a bordo, portando così il totale a 140 persone in pericolo: “Un’altra barca in pericolo con 45 persone in fuga dalla Libia ha chiamato stasera #AlarmPhone. Sono nella zona di Sar di Malta e chiedono aiuto immediato. Ancora una volta le autorità sono informate ma non rispondono. Malta, il salvataggio in mare è il tuo dovere! “, Legge un altro tweet.

Nel frattempo da Lampedusa arriva la notizia che lo sono tutti i tamponi negativi per Covid-19 a cui sono stati sottoposti 25 migranti risultati positivi ai test sierologici. Quindi nessuno dei migranti che si trovano nell’hotspot ha il coronavirus. Il risultato dei test sierologici per 25 migranti che si trovano a Lampedusa, ieri, è stato annunciato dalla Union of Police Federation (FSP). Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, aveva immediatamente parlato di “notizie false “ e ha annunciato la presentazione di un reclamo al procuratore.

Supporta ilfattoquotidiano.it: mai come adesso
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo il nostro lavoro con coscienza, svolgiamo un servizio pubblico. Per questo motivo, ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire centinaia di nuovi contenuti gratuitamente a tutti i cittadini: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste con esperti, sondaggi, video e molto altro. Tutto questo lavoro, tuttavia, ha un grande costo economico. La pubblicità, in un’epoca in cui l’economia è stagnante, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso. Questo è il motivo per cui chiedo a coloro che leggono queste righe di supportarci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi quelli che hanno bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire centinaia di nuovi contenuti ogni giorno gratuitamente a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un’epoca in cui l’economia è stagnante, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso a ilfattoquotidiano.it. Per questo motivo ti chiedo di supportarci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Aiutaci!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Sostieni ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Sparando in un supermercato a Cormano, una ragazza ferita durante una rapina: le immagini della telecamera di sicurezza

Il prossimo


Prossimo articolo

Il sindaco di Pescara distrugge due fontane martellando: “Quando ne hai bisogno, ora te ne vai” – Video

Il prossimo


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web