New York, auto contro i manifestanti Black Lives Matter: almeno sei feriti, due donne arrestate. “Azione premeditata a sfondo razziale”

Un’auto si è schiantata contro un gruppo di persone che stavano partecipando a uno manifestazione di protesta organizzato dal movimento La vita nera è importante. È successo il pomeriggio di venerdì 11 dicembre (ora locale) a Manhattan, nel cuore di New York: sei il ferito, nessuno in pericolo di vita. C’era uno al volante Donna di 52 anni quello era arrestata e interrogata con sua figlia 29enne che era con lei in macchina: le autorità sospettano che fosse azione premeditata a sfondo razziale, ma l’indagine è ancora in corso.

Testimoni hanno riferito di come una BMW nera sia stata fermata a un incrocio da manifestanti che protestavano pacificamente in mezzo alla strada nel quartiere di Murray Hill nell’East Side di Midtown Manhattan. La donna alla guida avrebbe quindi riferito essendo stato circondato e che qualcuno inizierebbe a farlo ha colpito la sua macchina. A quel punto lo sarebbe premette improvvisamente l’acceleratore persone travolgenti che erano davanti e passanti che attraversavano la strada.

Il suo gesto, hanno spiegato i soccorritori, avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi e pesanti. Seguirono scene di caos e panico, con persone che urlavano e scappavano, alcune per paura di un attacco. Alla fine la corsa della macchina, con il parabrezza sfondato da una delle persone che correvano, è terminata un isolato più avanti con l’arrivo della polizia. Saranno ora gli investigatori del dipartimento di polizia di New York a determinare se sono davvero dietro l’incidente ragioni razziali. Il fatto è che episodi di questo tipo si moltiplicano a New York. Lo scorso luglio un SUV è sceso in picchiata su una marcia del movimento Black Lives Matter a Manhattan, mentre a settembre un’auto ha colpito alcuni manifestanti a Times Square.

Il fatto internazionale – Notizie internazionali dalle principali capitali e dossier Mediapart

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e tanto altro. Tutto questo lavoro, però, ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è a un punto morto, offre entrate limitate. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Austria, Corte costituzionale ammette il suicidio assistito: “Vietarlo viola il diritto all’autodeterminazione”

Il prossimo


Articolo successivo

Vaccino Pfizer, c’è il via libera negli USA dalla FDA. Donald Trump: “Tra meno di 24 ore inizieremo le vaccinazioni nel Paese”

Il prossimo


Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *