nuovi dettagli ufficiali sul voucher da 500 euro – Multiplayer.it

Il Bonus PC e Internet entra ufficialmente nel Gazzetta Ufficiale, che di fatto rende definitivo il provvedimento con la pubblicazione del 1 ° ottobre 2021 e ne chiarisce diversi dettagli dell’iniziativa voucher per cittadini e famiglie.

L’importo complessivo delle risorse messe a disposizione è di 204 milioni di euro, che verranno distribuiti ai richiedenti secondo le regole stabilite, mentre la registrazione delle richieste sarà possibile tramite operatori internet nel prossimo periodo.

Come abbiamo riportato nelle prime notizie su cos’è, quanto costa e come fare la richiesta, il Bonus PC e Internet è un supporto economico del Ministero dello Sviluppo Economico per facilitare l’aggiornamento di servizi e strumenti per la connessione ad internet, sotto forma di un buono di 500 euro.

Secondo la Gazzetta, potranno fare domanda per il Buono da 500 euro solo ed esclusivamente famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro e questo assumerà la forma di uno sconto sul prezzo di canoni di abbonamento a Internet per un periodo di almeno 12 mesi, inclusi i costi di attivazione e l’utilizzo di modem e router, modificando parzialmente quanto sopra.

Inoltre il buono può essere utilizzato anche parzialmente per l’acquisto di dispositivi (tablet o laptop) ma questi devono comunque far parte della sottoscrizione di un contratto con un operatore di infrastruttura internet. Ciò significa che la gestione è praticamente affidata ad internet provider, ai quali si deve infatti rivolgersi per accedere al voucher: quest’ultima potrà interfacciarsi con Infratel Italia Spa (incaricata della gestione delle procedure) tramite apposito portale ma dedicato esclusivamente agli operatori internet, che sarà aperto entro 30 giorni.

Il contributo viene assegnato solo per la fornitura di servizi di connettività di almeno 30 Mbips, a famiglie o individui che non hanno un contratto Internet o che hanno connessioni inferiori. In sostanza, il bonus è chiaramente definito come focalizzato alla riduzione del digital divide e alla possibilità di consentire l’accesso ad internet o un servizio migliore a chi non dispone di una linea particolarmente avanzata, ovviamente entro i limiti tecnici delle varie aree geografiche.

Il operatori dovranno offrire abbonamenti simili o migliori di quelli che già offrono, ma in sostanza non si tratta di un supporto economico che consente un’applicazione gratuita, con possibilità di acquisto di hardware, poiché i dispositivi che rientrano nel bonus devono comunque essere parte integrante del contratto stipulato con il provider di connessione Internet.

Gli utenti che vogliono aderire all’iniziativa e rientrare nei parametri (ISEE inferiore a 20.000 euro e mancanza di collegamento o necessità di miglioramento della linea) devono fornire agli operatori il documento di richiesta, una copia del proprio documento di identità e una dichiarazione sostitutiva, attestare il valore dell’ISEE. Con queste l’operatore stesso ne farà richiesta ad Infratel tramite l’apposito portale, che risponderà entro 60 giorni dal ricevimento della documentazione versando il contributo all’operatore.

Pc 1207686 1280

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web