Potenza, non fantasia: giovani designer che usano la lingerie come ispirazione

Scritto da Helen Jennings, CNN

Dalla corsetteria vittoriana di Vivienne Westwood alle mutande con taglio sbieco di Calvin Klein, la lingerie ha sempre avuto un posto in passerella.

E mentre ha la reputazione di apprezzare la fantasia maschile, la lingerie è stata anche usata per alimentare idee più liberate di come le donne possano mostrare con orgoglio il proprio corpo ed esprimere la propria sessualità. (Madonna pensa a lei Reggiseno a cono Gaultiero Coco Chanel divertente in pigiama).
Negli ultimi anni, l’industria ha attraversato un periodo drammatico modificare. Molti Le donne si sono allontanate dai reggiseni push-up “Hello Boys” a favore di marchi come Marieyat e Les Girls Les Boys, che riflettono gli atteggiamenti culturali nei confronti della diversità, della positività corporea e della fluidità di genere. La fanfara che accompagnava Il segreto di Victoria gli spettacoli sono diminuiti molto a seguito di controversie sul suo stretto – e spesso culturalmente inappropriato – rappresentazione della bellezza femminile, mentre Rihanna Wild x fenty è stato celebrato da la sua fusione inclusiva e design realizzati per ogni forma, dimensione e tono della pelle.
Solange con un look della collezione Primavera-Estate 2019 di Elena Velez.

Solange con un look della collezione Primavera-Estate 2019 di Elena Velez. Credito: Elena Velez

Tutto ciò parla del nuovo linguaggio visivo di oggi e della sua crescente attenzione diverse bellezze naturali e cosa può fare la moda per il nostro benessere. Ora più che mai, questo è un messaggio che risuona con le donne che, invece di erodere la loro salute mentale con immagini irraggiungibili di perfezione, chiedono di essere rappresentate dai marchi che scelgono di indossare.

Questo non si perde nei talenti della moda più cool di oggi. Prendendo appunti su come viene costruita la lingerie e risponde alla forma umana, creano capi che sono al contempo rivelatori e stimolanti.

Qui ci sono tre giovani designer la cui visione della moda ispirata alla lingerie sta guidando la carica.

Chiffon e acciaio

Con tre collezioni fino ad oggi, designer americano Elena Vélez ha vestito Grimes, Charli XCX, Solange e Ariana Grande e si è esibita nelle settimane della moda di New York e Londra.

Ma non è il glamour della moda che ispira Velez, ma si rivolge alla sua città natale a Milwaukee, Wisconsin, per le idee di design. Sua madre era capitana di una barca nei Grandi Laghi ed è il tipo di donna forte che Vélez ora spera di vestire.

Tuttavia, crescendo, sentiva in modo diverso l’aspetto e la veste di sua madre. “Volevo che fosse carina: smalto o tacchi”, ha detto in un’intervista telefonica. “Non capivo l’importanza dei suoi jeans indossati dal vento, dei capelli annodati o delle flanelle patchate. Ma ora apprezzo il suo marchio di bellezza utilitaristica.”

Elena Vélez utilizza spesso materiali nautici riutilizzati come corde e barche a vela per le sue creazioni (Primavera / Estate 2021)

Elena Vélez utilizza spesso materiali nautici riutilizzati come corde e barche a vela per le sue creazioni (Primavera / Estate 2021) Credito: Elena Velez

Ora con sede a Londra, Vélez torna regolarmente a casa per creare le sue collezioni di candele, corde e cuoio riutilizzate. Ciò che lei chiama la sua firma, i pezzi “aggressivamente delicati” sono caratterizzati da forme fragili che ricordano parentesi e chimica a malapena esistenti, unite da un’architettura in tondino d’acciaio realizzata in collaborazione con gli orafi di Milwaukee, un’area che un tempo Era noto per il suo acciaio. produzione.

“Ha una connotazione del collo blu così pesante”, ha detto Velez. “Uso questi materiali locali per indagare sul rapporto tra femminilità e forza. Quale modo più potente di portarti nel mio mondo che trascinarti in una candela dal cantiere di mia madre?”

Vélez ha studiato alla Parson’s School of Design di New York e attualmente sta completando il suo master alla Central Saint Martins di Londra, dove continua ad immergersi nella sua visione romanticamente avvincente della futura femminilità. Per lei, dalla vulnerabilità arriva la forza.

“Ogni giorno è una sanguinosa battaglia per difendere i delicati. A volte mi sento come un guerriero sfregiato che protegge un cuore fragile e sensibile. La garza e l’acciaio hanno molto senso per me come donna in questo momento.”

Abbracciare la complessità

Nensi Dojaka ha sempre adorato l’arte della lingerie e la sua capacità di potenziare chi lo indossa. Ciò è evidente nei suoi intricati disegni che avvolgono la forma femminile in una rete di tessuti intrecciati e trasparenti, trasudando sensualità cruda e semplice.

“Sono interessato al modo in cui la biancheria è costruita per delineare il corpo, ad esempio come alcune cinghie delicate possono reggere e creare la dinamica dell’intero pezzo”, ha detto Dojaka in una e-mail. “Adoro lavorare con la stessa quantità di dettagli e dimensioni della lingerie e con le stesse trame, permettendomi di giocare con strati di trasparenza.”

Nensi Dojaka mostra alla London Fashion Week, febbraio 2021.

Nensi Dojaka mostra alla London Fashion Week, febbraio 2021. Credito: Stuart Wilson / BFC / Getty Images

La designer albanese ha sviluppato la sua tecnica di drappeggio ora caratteristica durante il suo master alla Central Saint Martins, laureandosi nel 2019. Per il suo lookbook Primavera-Estate 2021, Dojaka ha chiesto alle sue modelle di girare sui loro telefoni, un commento su come Sento che le donne dovrebbero controllare la propria immagine. Per l’autunno-inverno 2021, ha debuttato alla settimana della moda di Londra con Fashion East, presentando una collezione sicura di miniabiti a canotta decostruiti, reggiseni circolari e gonne a coulisse in toni scuri e neutri. Questi pezzi delicati venivano indossati con camicie e blazer da uomo.

“Voglio che i miei vestiti abbraccino la forte e morbida dualità delle donne moderne”, ha detto. “I dettagli inaspettati e la tavolozza dei colori lavorano insieme per creare un senso di mistero intorno all’immagine della donna, che è attraente e intoccabile.”

I corpi fanno vestiti

Sinéad O’Dwyer sta spingendo la busta della moda ispirata alla lingerie con i suoi disegni concettuali che promuovono la positività del corpo e ha realizzato pezzi per Björk, Arca e Kelsy-Lu.

È cresciuta nell’Irlanda rurale “realizzando abiti strani” e si è laureata con un master presso il Royal College of Art di Londra nel 2018. È stato durante il suo periodo a studiare moda che ha affrontato le sue lotte con la dismorfia corporea e l’approccio obsoleto di Moda. .

Sinéad O'Dwyer crea stampi personalizzati dai corpi dei suoi modelli per i suoi pezzi (Primavera / Estate 2021)

Sinéad O’Dwyer crea stampi personalizzati dai corpi dei suoi modelli per i suoi pezzi (Primavera / Estate 2021) Credito: Punto di riferimento di Ottilie / Sinéad O’Dwyer

“Ho iniziato a riconoscere i miei comportamenti alimentari e di controllo del corpo e perché hanno avuto un tale controllo negativo su di me. Ho anche pensato a come l’industria ha scelto una dimensione e una proporzione di persona per tagliare i blocchi del modello, il che significa che quando si adatta quella forma nel proprio corpo, si pensa che ci sia qualcosa di sbagliato in te. Ho iniziato a parlare con altre donne e presto è diventata una storia universale “.

La sua esperienza ha costretto O’Dwyer a iniziare a trasmettere dal vivo i corpi dei suoi amici e realizzare sculture portatili con loro. È un processo intenso e possono essere necessarie settimane per realizzare un singolo pezzo. Inizia dipingendo la pelle con un gel che indurisce e poi ricoperto di argilla. Questo diventa uno stampo dettagliato da cui viene prodotta un’altra forma di fibra di vetro. I risultati sono una fusione di silicone, argento e seta, che ricrea sapientemente la figura di ogni donna. Seni e stomaci di varie dimensioni e pieghe naturali sono gloriosamente mostrati. “Un elemento importante è quello di inserire corsetteria e biancheria intima negli stampi”, ha detto.

“Storicamente, questi erano elementi che hanno modellato la forma femminile, ma ora il corpo modella i vestiti.”

Per la sua collezione Primavera-Estate 2021, che ha debuttato alla London Fashion Week, O’Dywer presentava cinturini setosi, fasce arrotolate, boxer e reggiseni “sotto le tette” che ruggivano intorno alla carne.

Sinéad O'Dwyer Primavera / Estate 2021

Sinéad O’Dwyer Primavera / Estate 2021 Credito: Punto di riferimento di Ottilie / Sinéad O’Dwyer

“Sto esplorando i temi della nudità e dell’erotismo attraverso il mio lavoro, che deriva dal considerare come indosso personalmente la lingerie. Voglio mostrare i corpi di donne belle e sensuali come sono”, ha detto. “Voglio anche sviluppare alcuni pezzi a maglia in una gamma completa fino alla taglia 30”.

“La rappresentazione è estremamente importante”, ha aggiunto O’Dwyer, avvertendo che idee e immagini non sono sufficienti. “Le immagini stanno cambiando la salute mentale dei giovani adesso, ma devono seguire il prodotto pensando ai corpi reali, altrimenti questa è solo una tendenza”.

Immagine in alto: Sinead O’Dwyer Primavera / Estate 2021

Antonia Angelo

Antonia Angelo

Affascinato e curioso di tecnologia e design, sin da bambino ho sempre studiato e guardato il mondo evolversi intorno a me ponendomi sempre nuove domande a cui rispondere. Grazie all'esperienza professionale acquisita negli anni, comunico in modo chiaro e preciso riuscendo a rispondere a specifiche richieste del cliente e / o dell'utente di riferimento. Per me, l'aspetto grafico rappresenta un modo di comunicazione visiva che mira a emozionare. Viaggio spesso per partecipare a corsi o incontri per aggiornarmi, conoscere e confrontarmi / misurarmi con nuove persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *