Prestare denaro ad amici e parenti senza problemi con le autorità fiscali

Prestare denaro ad amici e parenti senza problemi con le autorità fiscali

Il prestito di denaro ad amici e parenti dovrebbe essere accompagnato da precauzioni adeguate per evitare problemi con le autorità fiscali.

A quanto pare non stiamo parlando di piccole quantità che possono essere ritirate allo sportello automatico e risolvere il bisogno quotidiano. Ad esempio, parliamo di aiutare un bambino a comprare un’auto per accettare il suo primo lavoro. Questa è una persona Movimento bancario, Il che lascia una scia e devi giustificarlo all’Agenzia delle Entrate.

Ti consigliamo di scrivere un contratto privato. Si tratta di una semplice dichiarazione scritta indicante le parti, l’importo prestato e il motivo del prestito. Se vuoi essere servito domani, devi dargli una data specifica. Non è sufficiente riportare la data di seguito, come forse avrete scritto dopo aver ricevuto la richiesta di chiarimento da parte dell’Agenzia delle Entrate e dopo aver retrodatato la scritta.

Prestare denaro ad amici e parenti senza problemi con le autorità fiscali

Ti suggeriamo come dare una data specifica per la tua scrittura privata. Non ti consigliamo di rivolgerti a un notaio, in quanto il compenso per questo semplice adempimento è diverso dall’importo prestato.

Ecco tre metodi comuni a basso costo

A) Se il padre e il figlio hanno la PEC, possono inviare scrittura privata e relativo messaggio di accettazione tramite PEC. Come è noto, questa particolare e-mail ha la caratteristica di dare determinate date ai messaggi;

B) Esistono anche sistemi di verifica della data online. Si aspettano da Regolamento UE n. 910/2014 cd eIDAS (Autenticazione e firma di identificazione elettronicaÈ). Devi caricare il tuo lavoro in formato pdf su un sito specifico, che allegherà una data specifica sotto forma di un codice QR;

C) Se non sei tecnico, scrivi la tua scrittura su un semplice foglio di carta e piegala in 3 parti, rivolte verso l’interno della scritta. Scrivi all’esterno l’indirizzo del destinatario, bianco, e poi compila la cartolina da inviare con raccomandata. Il tuo foglio piegato verrà utilizzato come busta per allegare il codice a barre per inviare la raccomandata tramite l’ufficio postale. In questo modo avrai una data precisa di consegna e quando la cartolina di consegna ti sarà restituita dalla raccomandata, sarà esatta anche la data di ricezione da parte del destinatario.

Si consiglia di non tenere il documento privato nella busta, in quanto l’Agenzia delle Entrate potrebbe obiettare che non c’è precisione su ciò che è nella busta. In pratica la busta della raccomandata ha una data precisa, ma non scritta all’interno. Se scegli questo metodo, è importante chiamare la busta che consigli: sicuramente anche la scritta è a scomparsa e fiocco. In questo modo la legge funge da busta.

Vediamo il metodo più immediato e pratico di raccomandata o posta elettronica certificata se sia il mittente che il destinatario lo forniscono.

Prestare denaro ad amici e parenti senza problemi con le autorità fiscali

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web