Putin dichiara l’emergenza per una grande fuoriuscita di petrolio nell’Artico

Un gruppo ambientalista ha descritto il danno come “catastrofico” e la concentrazione di inquinanti nelle acque vicine ha già superato i livelli ammissibili decine di migliaia di volte, secondo l’agenzia ambientale russa Rosprirodnadzor.

Inizialmente, i dipendenti dello stabilimento hanno cercato di contenere da soli la fuoriuscita e non hanno denunciato l’incidente ai servizi di emergenza per due giorni, ha detto il capo del Ministero delle situazioni di emergenza, Evgeny Zinichev, durante una riunione di mercoledì presieduta da Putin. e mostrato sulla televisione nazionale.

“Allora, impareremo ora le emergenze sui social media? Stai bene lì?” Putin ha detto, rimproverando il governatore di Krasnoyarsk Alexander Uss e i dirigenti della Norilsk-Taimyr Energy Company, che gestisce la stazione, per una risposta tardiva dopo che le autorità locali hanno appreso della fuoriuscita sui social media.

Il comitato investigativo, il principale organo di contrasto della Russia, ha dichiarato martedì che è stata avviata un’indagine criminale su 20.000 tonnellate di gasolio che si è riversato in un fiume Norilsk dopo la “inspiegabile decompressione” di un serbatoio di stoccaggio. .

Scongelare il permafrost?

Nornickel, la società madre della compagnia elettrica, ha affermato che la base del serbatoio di stoccaggio potrebbe affondare a causa dello scongelamento del permafrost, evidenziando i pericoli che le temperature sempre più calde comportano per l’infrastruttura e gli ecosistemi dell’Artico, secondo il Agenzia di stampa statale russa TASS.

“A questo punto possiamo supporre … che a causa delle temperature estive anormalmente miti registrate negli ultimi anni, il permafrost potrebbe essersi sciolto e che i pilastri sotto la piattaforma potrebbero essere affondati”, ha dichiarato Sergey Dyachenko, Chief Operations Officer di Nornickel. , secondo il fatto quotidiano. agenzia di stampa.

    Calotte glaciali antartiche in grado di sciogliersi molto più velocemente di quanto pensassimo

L’Asia del Nord, specialmente sopra il circolo polare artico in Siberia, ha visto finora le temperature più alte del normale sul pianeta nel 2021. Durante i primi quattro mesi dell’anno, la regione ha visto temperature di oltre 4 gradi Celsius sopra il normale in media.

Gli scienziati affermano che la regione artica si sta riscaldando, in media, due volte più velocemente del resto del pianeta, a causa del riscaldamento globale.

Crimson Tide: residenti sbalorditi mentre il fiume russo diventa rosso

Le autorità locali hanno affermato che la fuoriuscita potrebbe richiedere settimane per iniziare la pulizia, poiché la regione non ha esperienza nell’uso di tali quantità di carburante, il fiume non è navigabile e non ci sono strade attorno. Altri gruppi di esperti di altre regioni vengono schierati dopo lo stato di emergenza.

“L’incidente ha avuto conseguenze catastrofiche e vedremo le ripercussioni per gli anni a venire”, ha dichiarato Sergey Verkhovets, coordinatore del progetto artico per la filiale russa del WWF. “Stiamo parlando di pesci morti, piumaggi contaminati di uccelli e animali avvelenati”.

Norilsk è stata storicamente una delle città più inquinate al mondo. Secondo uno studio della NASA del 2018 Secondo i dati satellitari, Norilsk è in cima alla lista del peggior inquinamento da biossido di zolfo, producendo 1,9 milioni di tonnellate di gas nella tundra artica.
Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *