Questa azienda tailandese produce contenitori per alimenti in bambù per ridurre gli sprechi

Questo imballaggio privo di rifiuti è realizzato in bambù

Per affrontare il crescente problema della spazzatura in Thailandia, un’azienda si sta rivolgendo alla vita delle piante del paese.

Universal Biopack produce imballaggi che vende a ristoranti e produttori. Ma al posto della plastica, utilizza un mix di bambù e manioca, raccolti ampiamente diffusi in tutto il paese.

Dopo essere cresciuta rapidamente negli ultimi decenni, la Thailandia è diventata una delle maggiori economie asiatiche. Ma come molti altri paesi della regione, è stato lento nel tentativo di combattere i milioni di tonnellate di rifiuti prodotti ogni anno.

“La gestione dei rifiuti è un grosso problema ovunque”, ha dichiarato Vara-Anong Vichakyothin, amministratore delegato della Universal Biopack.

Correlati: la società ha trasformato 4 miliardi di bottiglie di plastica in abbigliamento

La società utilizza la tecnologia ideata in un’università di Bangkok per rendere i suoi imballaggi inutili. Spera che alla fine sostituirà molte delle scatole di polistirolo e sacchetti di plastica che finiscono in enormi discariche in Tailandia e in altri paesi del sud-est asiatico.

La sua formula ecologica ha richiesto cinque anni per essere sviluppata ed è così adattabile che potrebbe finire per essere utilizzata per imballare cose come mobili e persino telefoni. Il bambù che usa proviene dai resti di resti del processo di fabbricazione degli stuzzicadenti.

Pacchetto UB 3

Nelle città di Bangkok e Chiang Mai, dove contenitori per bevande da asporto e pacchetti di noodles fiancheggiano i marciapiedi, l’azienda fornisce ristoranti, agricoltori biologici e altre attività nel settore alimentare e delle bevande.

Ma trovare nuovi clienti può essere complicato.

I venditori tailandesi di asporto vogliono mantenere bassi i costi in un’azienda competitiva con margini bassi. Chiedere loro di spendere di più in imballaggi per motivi ambientali è una vendita difficile.

“L’economia locale non è ancora compatibile [this technology]”ha dichiarato il fondatore della Universal Biopack Suthep Vichakyothin.

UB Pack 2

Ma ciò non ha impedito ad altre società di entrare nel mercato degli imballaggi sostenibili in Thailandia. Come Universal Biopack, stanno scommettendo su una maggiore consapevolezza ambientale che alla fine porterà ad un aumento della domanda.

Per essere più competitiva, la società Suthep sta investendo. Il suo obiettivo è aumentare la produzione costruendo una catena di montaggio parzialmente automatizzata nella sua fabbrica vicino a Bangkok e raddoppiando il personale da 50 a 100 persone.

L’obiettivo è aumentare la capacità mensile da 300.000 unità a un milione.

Correlati: una startup che trasforma le matite in verdure

Gran parte della domanda viene dall’estero. Uno dei suoi clienti utilizza imballaggi naturali per l’acqua di cocco che esporta.

Universal Biopack afferma che sta anche guadagnando interesse nei suoi prodotti da altri paesi, in particolare dalla Scandinavia.

CNNMoney (Hong Kong) Pubblicato per la prima volta il 12 febbraio 2017: 21:08 ET

Benvolio Cavallone

Benvolio Cavallone

Sono molto di più: sono un marketer, uno stratega dei social media, un blogger, un esperto di SEO. In breve, sono il ragazzo che può aiutare la tua azienda ad avere successo nel mercato italiano. Nel 2019 ho aiutato oltre 15 aziende a comunicare efficacemente con le loro prospettive e il pubblico italiano. Tra i miei clienti, posso vantare H&M, Organo Gold, SEGA, Pinnacle, Radison Hotels, Holland Pass e Voyage Privé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *