Roma, tramite i test sui passeggeri di autobus provenienti dall’Est Europa

Tutti i test sierologici effettuati oggi sul primo autobus arrivato a Roma dalla Romania sono negativi. Delle 10 persone scese dall’autobus (autista incluso) che sono arrivate a Roma da Tiburtina da Bucarest, sette, sei donne e l’autista sono state sottoposte al test volontario ed erano negative. Tra quelli che non l’hanno fatto c’è una ragazza. Questo è quanto appreso dal coordinatore dei medici Uscar Pierluigi Bartoletti. In ogni caso, tutti i passeggeri, anche quelli che non sono stati sottoposti a prove, hanno compilato un modulo di quarantena, che verrà utilizzato, in caso di problemi, per la ricerca dei contatti. Oggi è previsto un altro autobus dalla Romania. Un altro arriverà domani, mentre tre o quattro autobus arriveranno venerdì.

Al terminal degli autobus di Tiburtina sono previsti circa 500 arrivi per questa settimana e le operazioni saranno garantite in aeroporto anche di notte e nei fine settimana quando si prevede il maggior numero di arrivi. “È un’operazione di prevenzione della salute pubblica che si aggiunge alla quarantena per proteggere quelle comunità dai paesi con la più alta incidenza del virus e per proteggere i nostri anziani perché molti lavorano nell’assistenza domiciliare. Ad oggi, arriva il numero totale di casi di importazione a Roma da ben 30 paesi e quelli con la più alta incidenza sono il Bangladesh, l’India, il Pakistan e la Romania », afferma il consigliere per la salute del Lazio Alessio D’Amato.

Rapporto di Raffaella Troili – video Paolo Caprioli / Ag.Toiati

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web