Singapore distribuisce i dispositivi di tracciamento del coronavirus

Copyright dell’immagine
Silver Generation Office (SGO)

Singapore ha iniziato a distribuire dispositivi di tracciamento dei contatti abilitati Bluetooth come parte delle sue misure per rallentare la diffusione del coronavirus.

I cosiddetti token TraceTogether sono un’alternativa all’app per smartphone di tracciamento dei contatti del governo.

Sono rivolti a persone che non possiedono o preferiscono non utilizzare un telefono cellulare.

L’annuncio del dispositivo è stato accolto con preoccupazione in alcuni ambienti sulla privacy.

Il primo lotto di dispositivi viene distribuito agli anziani vulnerabili che hanno poco o nessun supporto familiare o hanno problemi di mobilità.

I token hanno codici QR univoci e non necessitano di ricarica in quanto hanno una durata della batteria fino a nove mesi.

I dispositivi funzionano scambiando segnali Bluetooth con altri token o smartphone TraceTogether vicini che eseguono l’app TraceTogether.

Gli utenti verranno avvisati da un responsabile del tracciamento dei contatti se vengono rilevati vicino a qualcuno infetto dal coronavirus.

Se poi viene confermato di aver contratto Covid-19, i dati verranno scaricati dal dispositivo.

I ministri hanno respinto le preoccupazioni sollevate sulla privacy degli utenti, poiché hanno sostenuto di non essere progettate per contrassegnare i movimenti delle persone.

Il governo di Singapore ha dichiarato che i dati raccolti dai dispositivi saranno crittografati e conservati nel token per un massimo di 25 giorni.

Le autorità hanno anche affermato che non è possibile accedere ai dati in remoto poiché i token non dispongono di funzionalità Internet o cellulare.

Riapertura dell’economia

Un’altra caratteristica evidenziata dal governo è che i token non hanno connettività GPS (Global Positioning System), quindi non raccolgono dati sulla posizione.

Il governo di Singapore ha dichiarato che da quando ha lanciato la sua app per smartphone TraceTogether a marzo è stata scaricata da circa 2,1 milioni di persone.

Le autorità hanno affermato che devono aumentare sensibilmente la partecipazione al programma TraceTogether poiché Singapore ha iniziato a riaprire la sua economia.

All’inizio di questo mese il governo di Singapore ha iniziato ad alleggerire le sue cosiddette misure di blocco degli interruttori di circuito, tra cui la riapertura dei negozi al dettaglio non indispensabili e il ristoro consentito nei punti di ristoro.

I token sono stati forniti da una società di elettronica PCI con sede a Singapore.

All’inizio di questo mese è stato annunciato che la società aveva vinto l’offerta di 6 milioni di SGD (£ 3,5 milioni; $ 4,3 milioni) per fornire i primi 300.000 dispositivi, che si aggirava a SGD20 per gettone.

Domenica le autorità hanno segnalato un totale di 213 nuove infezioni a Singapore, 11 delle quali erano nella comunità con l’equilibrio nei dormitori dei lavoratori stranieri. Ciò ha portato il numero totale di casi Covid-19 a 43.459.

READ  Coronavirus: come possiamo rendere più intelligenti le città post-pandemiche?
Camila

Camila

Affascinato e curioso di tecnologia e design, sin da bambino ho sempre studiato e guardato il mondo evolversi intorno a me ponendomi sempre nuove domande a cui rispondere. Grazie all'esperienza professionale acquisita negli anni, comunico in modo chiaro e preciso riuscendo a rispondere a specifiche richieste del cliente e / o dell'utente di riferimento. Per me, l'aspetto grafico rappresenta un modo di comunicazione visiva che mira a emozionare. Viaggio spesso per partecipare a corsi o incontri per aggiornarmi, conoscere e confrontarmi / misurarmi con nuove persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *