Sofidel: nuovo stabilimento negli Stati Uniti

Il nuovo stabilimento Sofidel, uno dei leader mondiali nella produzione di carta per uso igienico e domestico, è pienamente operativo ad Inola, Oklahoma. Con sede a Porcari (Lucca), di proprietà delle famiglie Stefani e Lazzareschi, il Gruppo è conosciuto in Italia e in Europa in particolare per il marchio Regina.

Il sito produttivo di Inola è il secondo – dopo quello di Circleville, Ohio, inaugurato nel 2018 – costruito ex novo da Sofidel negli Stati Uniti, e si aggiunge ai siti Sofidel già attivi in ​​altri stati del Paese nordamericano: Green Bay (Wisconsin ), Circleville (Ohio), Las Vegas (Nevada), Hattiesburg (Mississippi), Haines City (Florida) e la sede centrale degli Stati Uniti a Horsham (Pennsylvania).

Un impianto integrato – cioè comprendente sia la fase di cartiera (quella che porta dalla materia prima, la cellulosa, alla produzione della carta), sia quella di trasformazione (che porta dalla carta al prodotto finito: carta igienica, casalinga carta, tovaglioli, carta velina …) – la cui realizzazione ha comportato un investimento complessivo di circa 360 milioni di dollari. Nello stabilimento sono impiegate oltre 300 persone.

Situato su un terreno di 97 ettari (240 acri), lo stabilimento di Inola si trova in una zona ricca di disponibilità di acqua, gas ed elettricità, oltre che di forza lavoro esperta, ed è situato in prossimità di un polo logistico strategico con ottimi collegamenti intermodali ( strade, vie navigabili, ferrovie) grazie alle quali il Gruppo accresce ulteriormente la capacità di soddisfare al meglio la GDO e i consumatori finali delle aree centro-meridionali e centro-occidentali degli Stati Uniti.

In linea con la strategia di sviluppo sostenibile perseguita dal Gruppo, l’impianto di Inola è stato progettato con tecnologie volte al risparmio energetico e idrico, alla riduzione della perdita di fibre nel processo produttivo e al recupero (acqua, fumi di scarico ed energia meccanica).

L’avvio del nuovo impianto si inserisce in un contesto economico che, nonostante l’emergenza legata alla pandemia Covid-19, vede Sofidel rafforzare le già buone performance raggiunte nel 2019 nei primi sei mesi del 2021. Rispetto al primo semestre del 2019, Sofidel, infatti, ha registrato un incremento delle vendite nette del 17,88% (da 945 milioni di euro a 1.114 milioni di euro).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web